12/11/2012

Riccardo Schicchi













Ieri è morto il Re del porno, Riccardo schicchi, personalmente credo che la sua carriera si possa riassumere in tre grandi tappe dalla fine degli anni 70, la scoperta di attrici pornografiche come Cicciolina e Moana Pozzi, diventate di culto, la creazione del Partito dell’Amore, lo sdoganamento delle sue due “creazioni” migliori come icone televisive.

Moana Pozzi interloquiva con scandalizzate casalinghe, partecipa a contenitori divertenti in terza serata, partecipa a Candid Camera presentate anche su Italia1 personalmente da Gerry Scotti, fino ad arrivare nei pomeriggi di Canale 5.

Percorso simile per la sua compagna, che ha però allargato gli orizzonti arrivando anche a condurre uno spettacolo per le famiglie come Paperissima o partecipando ad un film dei Vanzina.

Se penso a Schicchi mi viene in mente la Milano da bere, anni 80, esagerata, che ancora aspira al sogno americano, dove sembra facile avere successo, dove i politici iniziano a mostrare il lato godereccio e politico nella notte.

Mi ricorda che per la  generazione di poco precedente alla mia si è passati dai cataloghi Postal market delle modelle in collant, ai dischi di Fausto Papetti, alla Valentina di Crepax, alla nuda e cruda sessualità sparata in primo piano.

Dal sogno alla realtà, una realtà meccanica.

Sono stato come quasi tutti fruitore del materiale proposto da Schicchi o Joe D’Amato, però con il senno di poi posso dire che la loro carriera in fondo abbia fatto più male che bene, perché il sesso non è un improbabile incontro in palestra ed un infila e godi, anche senza scomodare i sentimenti parliamo di sensazioni, attrazione, chimica animale.

Intere generazioni sono cresciute con l’idea sbagliata del sesso e le sue tecniche, come dice la signora che intende gettarsi nell’ intrattenimento hard presentandosi nel video che vi propongo adesso, anche le ragazze prendono spunto da quello che vedono sui film pornografici, credendo che quella spettacolarizzazione, per esempio del pompino, faccia bene al sesso. Quello che vedono sullo schermo diventa sesso, onanistico e incentrato solo sul proprio piacere.

Schicchi con tutta la simpatia che mi ispirava era ormai superato e come in ogni buona tragedia, con tutto il rispetto, è scomparso quando ormai il suo mondo si è disfatto ed è scomparso, non restando che qualche piccola ombra, cala il sipario.

4 commenti:

  1. Molto interessante l'intervista della tizia. Vorrei saperne di più su di lei e sul suo progetto. Mi ci ritrovo in ogni suo parola. Non so come riesci a scovare certe notizie, ma complimenti, non sei per niente scontato e trovi delle chicche non da poco.

    Lady Lussuria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per i complimenti, non ho approfondito il discorso lo ammetto, se riesco a saperne qualcosina in più prima o poi lo posto.

      Elimina
  2. oh si anch'io voglio saperne di più!

    anzi no vorrei proprio partecipare attivamente al suo progetto!!!!

    quand'è il prossimo casting?
    visto che la selezione della testatrice di vibratori si è conclusa prima che potessi inviare la mia candidatura spero di avere maggiori possibilità nel pornoamore!

    StrEgaTta sUl poRno cHe scoTta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che progetto e progetto d'Egitto?

      La informo che lei i porno li fa solo con me! MIA! MIA! MIA!

      Se la stringo come un orsacchiotto la notte rivendico il diritto di fare di lei il mio miglior peluches da letto!(Prima della gattina che ho a casa ed è un onore!!)

      Casomai li facciamo noi i film.

      Cavalier Amaranto presenta: Così nuda, così perversa!

      Elimina

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.