6/24/2017

Film A Wong Foo grazie di tutto Julie Newmar



Questo film è la risposta americana a Priscilla Regina del Deserto, (voglio ricordarvi che il periodo estivo è una parentesi in cui mi dedico al cinema). Spero di offrirvi spunti interessanti sempre nello spirito con cui sviscero' alcuni argomenti.

Dicevamo....A sì...questa pellicola è molto divertente, che si regge tutta sull' interpretazione magistrale di due protagonisti, Wesley Snipes (Noxeema) e Patrick Swayze (Vida) che devo ammettere riescono ad essere due vere signore.


6/16/2017

film parla con lei




Continua questo periodo estivo in cui "recensisco" i film che per me hanno un particolare significato.
Questo blog non diventerà un portale sul cinema, ho deciso di cambiare, invece di dedicarmi all' analisi di libri passiamo alla pellicola, per poi passare a Settembre innoltrato ad un post sul BDSM.

Ho un ricordo particolare collegato alla sua visione la prima volta, rimasi così colpito che chiacchierando con il mio allora barista di fiducia dissi pieno di convinzione:è un film bellissimo, veramente ben fatto.

Ero seduto sul tavolino, con una bibita, non ricordo di che tipo o colore, forse una spremuta, quando di lì a poco senti una signora in piedi di fronte alla cassa palesarsi alzando la voce: ma come un bel film! Parla di uno stupro!

La mia risposta è stata alquanto veloce: mi è piaciuto anche Schindler's List, non per questo sono a favore della deportazione e la morte di milioni di persone...non ricordo cosa aggiunsi poi, qualcosa sul fatto che le opere vanno viste sulla loro complessità, sicuramente ci aggiunsi un cretina appena varcò la soglia.

Da qui in poi spoiler a valanga.

6/12/2017

porno e sesso: le ragazze del porno





Le ragazze del Porno soon un collettivo che si prefigge l' idea di veicolare il porno declinandolo al femminile, non solo per quanto riguarda la sceneggiatura, ma nel capire l' eccitazione delle donne, girato da donne e interpretato da esse. Spesso una visione strumentale e meccanica, che secondo i produttori dovrebbe interessare soprattutto gli uomini, è vissuta come limitante per l' eccitazione femminile, e le ragazze del porno si prefiggono di cambiare questo registro.

Ammetto da maschietto che anche io preferirei vedere film più completi, sessualmente stimolanti, girati come se fossero un opera completa, invece che intervalli tra una scopata e l' altra.

Per capire la portata dello sforzo il Trailer delle ragazze del Porno.

Sta uscendo una nuova opera di cui offro un' intervista.

6/09/2017

film Dallas buyers club



Da diverso tempo ormai chi capita da queste parti in estate si imbatte in recensioni di libri, questa volta invece voglio offrire qualcosa di diverso, voglio parlare di film, che mi sono piaciuti, che mi hanno colpito, comunque in linea con lo spirito del blog.
Torneremo poi a Settembre inoltrato alla normale prosecuzione.
Sicuramente non diventerà un blog sul cinema.  

Dallas Buyers Club vita è la storia di uno stronzo, uno stronzo furbo, uno stronzo a cui la vita nella disgrazia offre una scappatoia che gli permette, e bene, di allungare la propria vita, combattendo una malattia, l' AIDS, con mezzi al limite della legalità.

Ok da qui è tutto spoiler.


6/06/2017

mistress nel fumetto: Wonder Woman


Il ricordo che ho di Wonder Woman è legato alle edizioni Play Press e George Pérez.
All' epoca fagocitavo albi a fumetti su albi a fumetti. Ero affascinato dall' aurea epica e terrena, così diversa dagli altri supereroi pur restando negli stessi canoni degli albi declinati al maschile.

Come ho detto nel precedente post, l' ideatore di Wonder Woman non era solo uno psicologo e convinto femminista, pare secondo alcune indiscrezioni che avesse un rapporto poliamoroso, molto probabilmente come sottomesso.

Grant Morrison, uno dei massimi esponenti dei comics a livello planetatrio, fece uscire nel 2016 un albo a fumetti dove mescola le vaie origini della bella amazzone Diana con la propensione per le pratiche di dominazione e sottomissione a cui fu legato il suo creatore, che per stessa ammissione dello stesso Grant disseminava di immagini più o meno velatamente di costrizione (stiamo comunque parlando del 1941/42).

Ecco di seguito l' intervista riguardo a Wonder Woman Heart One: