3/31/2018

Asia Argento offende usando la parola "sadica"







Non lo nascondo, seppur su questo blog ho parlato spesso di violenza, di cosa sia, di come sia, di come si sviluppi, ma non sono convinto che la vicenda di Asia Argento con il famoso Weinstein sia di esempio di sopraffazione, semplicemente di un do ut des, uno scambio ben definito. Sia detto per inciso senza grossi sforzi di immaginazione per uno dei contraenti, un provino in una camera d' albergo con un comodo letto, doccia e servizio in camera, una domanda dovresti portela. Questo non significa che il noto produttore di film non abbia commesso violenza ad altre donne, nel caso specifico, anche a fronte di diverse testimonianze, il tempo trascoroso tra il loro incontro amoroso, tendo a non credere alla figlia di Dario Argento.

Lasciando però da parte la questione principale largamente dibattuta, vorrei affrontare il battibecco  tra l' attrice e la regista Breillant Catherine, che spesso ha trattato temi sessuali e sulla violenza; un poco anche per opportunità "di cassetta" come si diceva una volta, a parer mio, perché la prurigine si vende bene e si dimentica presto.

3/08/2018

lacrime d' amore




Produciamo 330 litri di saliva mediamente in un anno, l' umanità vede 7.000.000 di colori, respireremo all' incirca 490 milioni di volte nella nostra vita, percepiamo 1.500 livelli diversi di suoni. Abbiamo abbastanza carbonio per produrre 9.000 matite.

L' umanità in numeri, semplici, scorrevoli e lineari da leggere.

Siamo l' unica specie animale a piangere consapevolmente, anche se non sempre.

Le lacrime hanno modificato la mia ultima avventura. Troppo presto per diventare amore, troppo tardi per essere distaccato. E' stato come una crociera, non visiti mai veramente le località a terra restando con il culo al caldo in una bagnarola extra-lusso, un micromondo completo condensato come il concentrato di pomodoro in poco tempo, fino all' ultimo porto.

Solo che il mio viaggio era ben piantato su solide fondamenta del B&B Cà Cengia.


12/18/2017

Salomè e l' ebreo errante







Un liquore che è giallo come il sole liquido nel bicchiere, che è contrastato d' amaro e dolce d' anice, liquirizia e se riesci a sentirla la vaniglia, digerente e ricostituente. Complicato come un rapporto umano, sei distillazioni e sette infusioni, alchemiche confusioni e fortuite intuizioni.
Fumi e alambicchi, decanter, più simile ad un laboratorio alchemico che ad un amaro alle erbe. Giusta combinazione degli elementi e dei patimenti.
Scivola sulla lingua, la lascia confusa dai suoi sapori ma è una promessa, ti aspetti che idrati e invece secca, secca e brucia di alcol.

Allora stemperi, con il ghiaccio, ci metti il freddo nel mezzo, digeribile più che digerente.
Dimmi che il nostro rapporto non è così, mi hai offerto il tuo amaro Galliano, piccolo, limpido e chiaro.
 Mi hai detto che ci navighi alla deriva, e il tuo sentimento insordiva, tra le onde di un liquido scosso in un bicchiere, sputacchiere di dolore di altre ere.
 Figlia di Erodiade hai già ballato la danza dei veli al tuo parente Erode, e ha già chiesto la testa di Giuseppe, la verità, eppure hai confessato il tuo dolore all' ebreo errante:
C'è chi si sposa o fa l' amante, io faccio il viandante.
Cammino e ti raggiungo o mi allontano.
Ci siamo distesi nel letto ed ero edera, volevi distendere le tue lacrime ed ero federa, volevi srotolare le tue risate ed ero spalliera.

Tu stessa ti sei sorpresa, un uomo senza radici, costretto a viaggiare, come può provare sentimenti per me? Che non sia chi dice di essere?
La dannazione non è il non trovare un posto, la maledizione sta nel guardare sempre avanti, mai alle spalle. Essere eternamente il presente, il passato non esiste, il futuro è un eterno divenire. Mentre passo i focolai, giacigli, campi arati o boschi, declivi o salite, tutto ha il sapore di casa per un uomo che cancella il passato.

Forse un giorno mi fermerò, non posso decidere io però.
Intanto andiamo avanti figlia di Erodiade, io con la polvere e il bastone, tu con i sette veli strappati, ma ridiamo, ridiamo l' incoscenza e la vita, poi vedremo, poi.



_______________________________________________________________________

Ovviamente questo post è dedicato ad una persona specifica, che spero comprenda tutte le allusioni e i rimandi, è un modo per vedere il nostro rapporto fino qui.

Per il resto di coloro che leggeranno potrete leggerci qualsiasi cosa, a vostra interpretazione.

11/27/2017

Money Mistress una testimonianza








Il precedente post che offriva la visione di una money mistress ha portato ad un dibattito sul mio canale you tube che riporto qui di seguito.

11/02/2017

Una cascata di capelli







A volte nel petto si apre un buco, ma è a intermittenza. Sofismi di una società ricca dicono, perché nel corpo si apre sempre un varco e devi essere ben pasciuto se non è nello stomaco al sorgere o al calar della sera. Allora capisci che l' umanità è una finestra, da qualche parte qualcosa entra, qualcosa esce.
Allora troviamo qualcosa che lo tappi, uno straccio di sentimento, na rattoppata di contatto umano per ricordarci che non siamo isole sparse nel mare di stelle galattiche.
Pensi di aver capito come gira la palla di acqua e fango, perché credi siano tutti simili a te, fino a che non trovi l' eccezione.