6/29/2013

clistere e doccia anale

















Questo post è un poco particolare, parliamo di " giuliva siringa " ovvero del clistere, pratica medica antichissima e che ha travalicato i secoli.

Ricordate sempre il Sano Sicuro Consensuale, di usare la 

Safeword e che siete gli unici responsabili delle vostre 

azioni, i miei e quelli di altri sono solo consigli, ricordatevi 

che ogni persona 

reagisce diversamente ad ogni pratica, sia nel corpo che 

nella mente, tenetene conto. 





Come mai rientra nelle pratiche bdsm ?

Per una svariata serie di motivi, prima di tutto perché riguarda la stimolazione anale e prostatica, perché è effettivamente fastidiosa come pratica, per cui utilizzabile come addomesticazione, perché è umiliante ed è adatta come punizione. 

Come utilizzarla?

Preferibilmente è meglio utilizzare kit usa e getta in farmacia, per un fatto pratico, onde evitare problemi sanitari le attrezzature devono essere il più sterili possibili e non inserire germi patogeni nel colon, sono già dosate sui 500-1.000 ml così da non incorrere nel rischio  di intossicazione da acqua ed eventuali irritazioni, altro innegabile vantaggio è ottenere la giusta pressione e risparmiare traumatismi, nel caso non fosse così e le feci risultassero troppo scure o con striature di sangue anche non evidenti è meglio rivolgersi ad un medico il prima possibile. In kit farmaceutici potrebbero essere presenti liquidi alla glicerina, fate attenzione ad eventuali allergie. 

Non deve mai superare il 37° grado di calore, contrariamente a quanto potete leggere in giro eviterete di irritare la 
mucosa intestinale, causa di possibili shock(se avete una caldaia regolare la temperatura massima al 35° grado e fate scorrere l'acqua) mai andare sotto i 30 e controllare la temperatura con un termometro, ovviamente parliamo di quando si riempie la "sacca". 

Lubrificate abbondantemente ed adagiate il soggetto sul fianco destro massaggiando la pancia in  maniera circolare, così da superare l'iniziale desiderio di espellere immediatamente, questa posizione facilita l'evacuazione molto più dello stare seduti, nel caso vi fossero problemi non fateli restare seduti ma fateli camminare o portare le ginocchia al petto. 




EVITATE ASSOLUTAMENTE 

Quando sono presenti determinate patologie come il  morbo di Crohn e la colite ulcerosatumori al colon rettoperitoniteappendiciteemorroidi

Alcuni pensano che sia bene pulire il tratto intestinale onde evitare spiacevoli sorprese durante la penetrazione anale, cosa che sconsiglio caldamente dato che la mucosa intestinale serve a proteggere il tratto ed evita eventuali traumi e microlacerazioni e se asportato tende ad essere meno efficace. 



Evitate di fare più di due clisteri al giorno(sempre per la storia dell'intossicazione da acqua) e di farli frequentemente, è sempre una pratica medica, di cui molti ormai discutono la vera efficacia ma non va mai presa sottogamba. 

Tutto questo deve essere tenuto da conto anche quando si utilizzano  
docce anali  particolari come quella dell'immagine: 


Mi attira un casino questo giocattolo.


Ricette naturali 

Potete anche provare ricette casalinghe anche queste molto antiche anche se ricordate che dopo è più complicato riportare il liquido alla giusta temperatura e ricordate di utilizzare sempre acqua sterilizzata o portata ad ebollizione. 

camolilla: aggiungete in due litri d'acqua in ebollizione 4 bustine filtro di camomilla o 5 cucchiai da cucina, placa i movimenti intestinali ed ha un effetto calmate. 

malva: 5 cucchiai da cucina di malva in due litri d'acqua sempre in ebollizione, filtrate, anche esso ha un effetto calmante.

semi di finocchio: un cucchiaino bello pieno di semi di finocchio sempre in due litri d'acqua in ebollizione e filtrate, ottimo rimedio contro le flatulenze, gas intestinali e gonfiori alla pancia.( Gonfiori alla pancia, te ne lamenti spesso Stregatta! Vedi che devi farti fare il clisterino...Ti fa bene! Te lo faccio) Ottimo anche per imbarazzare il soggetto che magari prova vergogna nello scorreggiare di fronte ad altri o in intimità con il partner. 

latte: potete anche utilizzare il latte dopo il primo clistere di "pulizia", sempre per il gioco dei ruoli potrete portare al pascolo la vostra "vacca" ed attendere che essa se non proprio come il ruminante espella il latte. 

Evitate qualsiasi tipo di altro liquido, l'intestino è particolarmente assorbente ed immettendolo più direttamente nel corpo che per assunzione orale può risultare pericoloso. 

_____________________________________________________

Molti hanno trovato questa pratica molto intima e piacevole, dipende da come la si vive, può anche essere un grande momento d'unione e non è strettamente legato alla "sporcizia", riporto la testimonianza di un utente del forum Amando

Si, ma infatti se uno pensa al "clistere" si immagina subito una cosa squallida. La mia ex se lo faceva ad ogni cambio di stagione, e quindi era bello metterla sulle mie ginocchia, scoprirle il sedere, allargarle le chiappette, oliarle un pò l'ano e infilarle la sonda e stare li ad aspettare che si riempisse del liquido. Poi quando aveva fatto ce ne stavamo li a baciarci e a coccolarci, e quando sentiva che doveva andare in bagno, correva, si scaricava, si puliva e si veniva a infilare sotto le coperte. Io la stringevo e ci addormentavamo sereni.

 Insomma molto dipende da come vivete la situazione e come siete predisposti, come sempre e comunque buon divertimento. 








8 commenti:

  1. ehmm... scusate l'ignoranza, ma come altro si può ovviare alle suddette "spiacevoli sorprese"?
    in diversi forum e blog ho trovato anzi chi si stupiva, del tipo "ma come, non hai provveduto alla pulizia prima??"

    eh, la gioia delle informazioni discordanti che trovi sulla rete! ;)

    buona giornata a tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fortuna che hai fatto questa domanda, ti rispondo subito, prima di postare ho chiesto lumi ad un mio amico medico, diciamo che il clistere prima del rapporto come detto è sconsigliabile, dipende da diversi fattori però, tra le 8 e le 12 ore sei sicura di non fare danni; poi dipende sempre se si mangia e con quale frequenza

      Siccome mi sembra assurdo prepararsi tanto prima meglio lasciar perdere. Ovvio non è sicuro che ci siano inconvenienti però se è una pratica che si intende provare più volte le possibilità aumentano.

      Lasciar fare alla natura, l'unico rimedio.

      Elimina
  2. Sono questi gli articoli da cui si può trarre un piacevole e documentato spunto per scrivere scene a tema, nei propri romanzi. Con ulteriore documentazione medica, magari (è molto professionale che tu abbia chiesto aiuto a un medico, di solito si leggono in giro "opinioni" non meglio documentate di cui è difficile fidarsi).
    Bisou!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se mai dovessi scrivere un racconto su di un certo Cavalier Amaranto io sono biondo, alto due metri e dieci e con le basette folte!

      Elimina
  3. oddio il solo pensiero...no...non posso farcela...ognuno ha i suoi limiti...questo è il mio.
    NON MI CONVINCERAI MAI

    credo rimarrò gonfia Padrone anche se mi spiace molto deluderti :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. U_U non mi deludi porcellina, se sapessero come sai essere dolce e maiala allo stesso tempo tutti comprenderebbero come mai passo sopra a certe piccolezze.

      Bacio.

      Elimina
  4. Anonimo22:21

    Curiosa

    RispondiElimina
  5. Sono in molti curiosi di questa pratica ma bloccati dai tabù e dalle maldicenze dei benpensanti che per la loro rigidità e torpore mentale non riescono ad ammettere che questa pratica è eccitante e al tempo stesso salutare. Se ci si informa un pochino (e sul web si trova tanto) ci si rende conto di come i condizionamenti dei mass media e della pubblicità distolgano la nostra attenzione dalle cose che ci possono dare benefici per convincerci a comprare ogni tipo di schifezza a cui hanno dato una veste accattivante, Dobbiamo saper riconoscere le cose utili da quelle inutili e non ascoltare il popolino che vive attaccato alla tv e che fa finta di scandalizzarsi solo a sentir nominare il CULO per poi masturbarsi negli innumerevoli siti porno della rete!

    RispondiElimina

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.