8/27/2016

coppia di Varese riduce in schiavitù trentenne



Quando si porta avanti un blog, forum, portale, sito social, trattanti sessualità estrema sono convinto che si ha il dovere di mostrare che non si tratta di un mondo dove si muovono soltanto persone volenterose e positive. Bisogna mostrare i pericoli dei rapporti di sottomissione, indicare e sottolineare quanto sia semplice rimanere vittime di persone senza scrupoli e dannose. Solo sottolineando e mostrando, ponendolo in piena luce, si può rimarcare la differenza tra chi cerca una realtà più complessa ma arricchente e chi cerca solo la sopraffazione.

In molti punti d' incontro virtuale si può notare una certa parte di chi vi partecipa, convnta di appartenere ad un gruppo superiore, dove i rapporti e la fisicità degli stessi, essendo diversi e più inclusivi li renda necessariamente migliori.

Comportamento stupido e pericoloso, coloro che non sono in grado di mantenere determinati limiti, consciamente o meno, si presenteranno prendendo a piene mani dalla filosofia, il modo di parlare, la cultura, di coloro che portano avanti un discorso e uno stile di vita più equilibrato, sano e condiviso. Il loro intento, quello di ghernire una vittima, porta alla dissimulazione.

Questo vale trasversalmente a prescindere dall' età, la preparazione scolastica, la posizione sociale. 


Ci si potrebbe trovare come ad esempio nella stessa situazione di una donna di Varese di trenta anni, ridotta in sciavitù, da una coppia di quarantenni conosciuti in chat. Dopo averla convinta di trovarsi di fronte a due giornalisti di guerra con un rapporto di parentela inesistente, si trasferisce a casa degli stessi, trovandosi di fronte, ben presto, ad uno stato di costrizione estrema.

Controllata costantemente, sia nella vita virtuale che reale, rinchiusa e isolata da famigliari e amici, con il tempo, seguita anche mentre si dirige a lavoro.

Lui 43 anni, lei 45, arrivano persino a minacciare la donna attraverso i propri consanguinei, fingendosi spie violente ed assassine. Un famigliare della stessa fingendosi disposto ad un rapporto sessuale a tre riesce a liberarla dalla segregazione e portarla alle forze dell' ordine dove mostra i lividi ottenuti attraverso atti sessuali ottenuti non consensualmente.

Fonte notizia: marito e moglie riducono in schiavitù una donna

Questo a dimostrazione che non sempre si incontrano persone oneste ed equilibrate, bisogna sempre controllare bene con chi si vogliono intrattenere rapporti, per non incorrere in situazioni potenzialmente pericolose.

Ricevo mail da persone che non conoscendo quasi per nulla la persona oltre lo schermo, se non addirittura venendone solo parte del viso, riducendo i contatti virtuali al minimo, cercano di essere convinte a eventuali incontri intimi.

Inutile dire che cerco di dissauderle senza avere maggiori rassicurazioni, perché solo svelando riuscirete a capire chi avete di fronte. Forse.


1 commento:

  1. è difficilissimo riconoscere le persone corrette da quelle male intenzionate...!! il mondo è pieno di persone all'apparenza normali poi invece hanno tare mentali tali da raggirare le persone...ma è vero anche che non bisogna mai perdere la fiducia verso il prossimo. ma prima di affrontare particolari avventure valutate bene senza avere fretta di trovare le giuste affinità con gli altri. grazie tesoro ti leggo sempre volentieri baci baci baci

    RispondiElimina

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.