3/02/2012

Sesso le quarantenni lo fanno meglio


gorga
Ogni età ha le proprie bellezze, le amo tutte in modo diverso, questo post è dedicato alle donne sui quaranta(e oltre) che mi fanno girar la testa.

Lo studio di ormai due anni fa sul fatto che le donne dai 40 ai 50 lo fanno meglio è storia passata.

Le solite ricerche anglofone che servono a spaccare il capello in quattro. Basterebbe un poco di logica per capirlo senza snocciolare i dati del British Journal of Urology o i sondaggi di riviste patinate.

Questo post è maturato dopo aver letto le dichiarazioni di Andy Rooney Più invecchio, più apprezzo le 40enni, concordo praticamente su tutto, poi mi sono posto la domanda, ma a letto?

Sono andato a spulciare su internet, e via i soliti dati e cifre, un poco asettiche, che dicono poco, poi ho virato, pur essendo un uomo giovane, perché trovo che le quarantenni siano meglio?

Per me.

Ovviamente parlo in linea di massima, non sono tutte così, diciamo che è un prototipo che poi prende una forma unica.
Le nostre belle quarantenni oggi sono donne che nulla hanno a che fare con il periodo rurale della mia bisnonna, curate, sicure, piene di vitalità.

Le rende migliori delle altre il fatto che raggiunto un certo equilibrio realizzate o meno tirano una bella linea e fanno l’amore per piacere, il sesso per il sesso insomma, senza i bagagli precedenti di quello che gli è stato insegnato, inculcato, delle ferite subite ormai cicatrizzate.

Sono più disposte a sperimentare, questo fa gioco a quelli come me che non rifiutano i rapporti canonici ma preferiscono “altro”.

Sollevate da impegni impellenti come i figli troppo piccoli e trovandosi improvvisamente con il tempo che gli dedicavano a disposizione vogliono essere appagate da un uomo.

Conoscono i maschietti, ti guardano, ti analizzano, spesso sono indulgenti perché ne hanno viste tante di cose brutte e assurde, per cui ti si donano apertamente appena capiscono che non hanno d’avanti uno stronzo, perché a differenza delle più inesperte sono sicure delle loro valutazioni, e questo a letto aiuta.

Se ti scelgono è per un mix di fattori, fisici e di cervello, e questo mi eccita perché una bella quarantenne  ti  vuole completamente, altrimenti fa benissimo a meno, per me che sono vanesio è il massimo.

Hanno vissuto, ed è bellissimo riderci assieme prima e dopo il sesso perché hanno qualcosa di interessante da dirti(anche durante a volte).

Non devo fare tattiche assurde facendo vedere che sono distaccato, oppure che le cerco troppo e fargli capire che ci tengo a vederle o sentirle, sono me stesso, se ne rendono conto e questo paga.

Non devi dirgli cosa ti piace, lo capiscono, e sono più aperte se ti devono proporre una fantasia, e non si fanno problemi a dirti che si sono masturbate come forsennate in attesa di vederti. Se poi devi proprio enunciare un desiderio non si sorprendono.

L’esperienza a letto conta, sono come la Germania, tecnicamente perfette.

Sono consapevoli del loro corpo, meno problemi esistenziali per loro, meno domande imbarazzanti sulla rotondità dei loro fianchi o altre amenità del genere per me.

Sono sincere, ti dicono subito cosa cercano senza dietrologie, questo non significa che siano sfacciate o grette, ma che riescono ad essere chiare senza essere svilenti. Ho conosciuto molte donne o ragazze grazie al fatto che sono tra loro, le motivazioni per cui vanno a letto con un uomo a volte nulla hanno a che fare con il sesso o l’amore, questo non frena me.

Sono dirette, come detto sopra ma senza rinunciare all’atmosfera o il tocco femminile che fa da contorno.

Non ti guardano strano se gli chiedi di stimolarti la prostata( ok lo dico, se gli chiedi d’infilarti un dito nel culo, va bene?) esperienza personale.

Quando le abbracci subito dopo aver fatto l’amore e ti addormenti non sono come le ventenni che diventano attaccaticce.

13 commenti:

  1. Questa descrizione la vedo più azzeccata per le 50enni, soprattutto per quanto riguarda l'aver cicatrizzato.
    Sul fatto di accettarsi e vivere in armonia con il corpo probabilmente è vero ma credo dipenda molto dal proprio vissuto e dalla personalità. Sicuramente col passare del tempo quella consapevolezza aumenta molto ma non credo vada comunque a togliere qualcosa alla qualità del sesso. Io non vivo serena con il mio corpo ma quando sono nel letto di un uomo non provo mai disagio. Sarà che sono una 30enne con l'esperienza di una 60enne. Sarà quello. Non lo so. Sarà anche che a forza di conoscere gli uomini capisci cosa cercano e questo di dà sicurezza. E' vero comunque che ci sono delle 40enni e delle 50enni con una marcia in più.

    RispondiElimina
  2. Noir Velour10:11

    Non credi di idealizzarci un tantino ? ;-)
    Sicuramente non abbiamo più le pretese di una "ventenne" siamo più libere mentalmente e fisicamente sicuramente per tutte le cose che hai enumerato. Eppure, e qui raggiungo il parere di Sara, non siamo immuni alle ferite e a volte si cicatrizza male, l'età non conta in questo caso..
    Per me questa è l'età in cui ci si innamora delle cose silenziose, segrete e intense.

    RispondiElimina
  3. Che donne brillanti frequentano il tuo blog, Cavaliere! Anche secondo me hai un tantino esagerato nel tessere le nostre lodi. Per quanto mi riguarda io vivo molto serena da qualche anno a questa parte, con un gran bell'equilibrio in ogni ambito della vita (una vita che per molti versi è durissima, ma single e senza figli, quindi con ampi margini di libertà, sperimentazione, scelta). E l'unica persona che mi ha fatto del male in questi ultimi anni l'ho cicatrizzata in un mese (non intendo sprecarci tempo) - ma ti confido che, se avessi avuto la certezza dell'impunità, avrei impedito che in futuro costui provocasse altre ferite ad altre donne ;-)

    RispondiElimina
  4. Prima di rispondervi devo rendere edotto chi ha letto l'articolo e chi lo leggerà che la mia prima e completa esperienza sessuale a diciassette anni è stata con un ultra trentenne, per fortuna perché alla prima prova ho fatto cilecca e la sua maturità e pazienza mi hanno risparmiato molta insicurezza.
    Raggiunti i ventiquattro anni ho avuto la fortuna d'incontrare una bella quarantenne.

    Ci sono stati anche rapporti con ragazze molto più giovani, uno dei post precedenti rediuiua a tutto è stato scritto da una diciottenne, all'epoca, io ne avevo trenta.

    Sto parlando ovviamente di rapporti che sono durati più di una "sollazzata" e via.

    Questi esempi per dire che queste sono considerazioni personali sul mio vissuto e non escludo di aver confuso la "vostra" placidità e tranquillità con il fatto di aver superato ferite sentimentali.

    Errore mio.

    Scusate se sono diretto ed egoista ma...Che le abbiate superate o che mi si faccia il regalo di essere così mature da non farmele pesare, cosa cambia per me? ^_^ Niente.

    Qui si parla in generale, ovvio che non tutte sono così.

    Passiamo alle risposte personali

    ** Sara **@Per il mio vissuto vivere in armonia con se stessi migliora di molto i rapporti quando la fisicità è una componente non trascurabile.Questa volta parlo di me, non di cose vissute in rapporto con altri, per cui vedendo questa accettazione è ovvio che l'ho vista come fattore positivo...

    Dici tu stessa di avere l'esperienza di una sessantenne in un corpo diverso, non tutti ci arrivano con la stessa celerità, sicuramente avrai molto anche sofferto per arrivare a questa mole di conoscenza. Un bacio da parte mia te lo meriti tutto.

    Noir Velour@ ;-) se vi idealizzo non è colpa mia, e merito vostro.

    "Per me questa è l'età in cui ci si innamora delle cose silenziose, segrete e intense"...Hai detto fava! Ti pare poco?

    Minervina@ Cara minerva, sì, siete brillanti, vero.
    L'articolo vi è tendenzialmente favorevole, perché parla dei motivi per cui è più bello andare a letto con le quarantenni, come impostazione è viziato in partenza dal fatto che mette in luce i lati positivi, che sono comunque molti e meritevoli di considerazione.

    Mi piacete che ci devo fare? ^_*

    Magari è viziato anche da quello...

    Per quanto riguarda il soggetto che ti ha ferito tesoro, non sempre pistare lo sterco porta fortuna!

    RispondiElimina
  5. Mio caro, rispetto alle 'ferite' la cosa bella è che ora non è più come a 20 anni che una relazione finiva e ne facevamo un dramma. Ora sappiamo che sempre ci si innamora e ci si perde, poi ci si reinnamora e ci si riperde - la vita è continuo cambiamento, basta stare tranquilli e godersela e intanto quella cambia e ci porta cose nuove e inaspettate :-)

    RispondiElimina
  6. Minerva@ Io e te un bel caffè, oppure meglio con i lettori dei nostri blog.

    RispondiElimina
  7. Noir Velour16:44

    Hai ragione Minerva, la consapevolezza che abbiamo è proprio di sapere che la vita è così, un eterno ricominciare...vorrei citare un amico che un giorno disse questa frase che trovo bellissima :
    "bisogna perdere qualcosa perché nasca qualcosa di nuovo". Una di quelle frasi che sono un balsamo per l'anima e che ti permettono di vedere oltre.
    @Cavalier Non smettere di complimentarci, in fondo ci piace da matti ! ;-)

    RispondiElimina
  8. Noir Velour@ Solo se lo meritate, altrimenti battipanni sulle terga!

    ^_*

    (cosa altro potreste aspettarvi da me in fondo?)

    RispondiElimina
  9. http://4.bp.blogspot.com/-AGODjqiw--U/T1EogVcOUYI/AAAAAAAAIEE/Gyk-HfvniRU/s1600/963.jpg

    RispondiElimina
  10. Un post precioso... molto bello..

    RispondiElimina
  11. luna@ Gracias por tu pequeño pensamiento y aùn gracias por que tu vienes aquì, en el mi blog.

    RispondiElimina
  12. per il momento mi godo i miei trenta ... spero che mi sopportino quando arriverò agli -anta

    RispondiElimina
  13. Pupottina@ Come detto nel post ogni età ha le sue bellezze, volevo rimarcare una cosa che si legge poco in giro, come sia bello fare sesso con una quarantenne.

    Speriamo che sopportino me!

    Un saluto.

    RispondiElimina

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.