5/07/2012

I denti della vecchia volpe bianca












Ci sono persone che ti affascinano con la loro presenza, dipende dal portamento, dal fatto effettivo di averne viste di cose della vita, l'esperienza o la semplice percezione di essa a volte ammaliano.

Questo fino a che non aprono bocca.
 Te li vedi avanzare vestiti di bianco, completamente, cappello compreso, dove le rughe sono cicatrici di una bellezza fossile, che risaltano la dentatura perlacea.
 Pero' come detto resta affascinante, accavalla le gambe e disserta di musica, di come sia sorpreso che la sua passione finalmente lo faccia vivere e campare in un luogo lontano ed esotico dei Caraibi.




Sono sempre stato convinto che per conoscere una persona niente sia meglio del silenzio, ascoltare a lungo ed interrompere il meno possibile per aspettare il momento in cui inizi a vedere una crepa su quel racconto idilliaco, perche' un cattivo oratore omette sempre le difficolta' e gli ostacoli, come raccontare delle dodici fatiche di Ercole esaltandone esclusivamente i successi.

Alla fine scopri che i denti della vecchia volpe bianca negli scorci caraibici sgranocchiano solo ossa di ragazzine, perche' le gengive non sono piu' quelle di una volta.

Ecco un sepolcro imbiancato, tirato a lucido da una mano di vernice.

4 commenti:

  1. Sono d'accordo con te.

    RispondiElimina
  2. BellaDiGiorno@ Grazie, un bacio Bella.

    RispondiElimina
  3. Ma ma..questo post è semplicemente stupendo!
    Chi te l'ha scritto? ;)

    RispondiElimina
  4. OrsaBIpolare@ Ho capito, cerchi di diffondere la vaffanculite cronica?

    ^_*

    Desisti, sono più per la "stonzite" compulsiva.

    Ciao e grazie.

    RispondiElimina

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.