6/05/2012

cunnilingus ricordi e piacere


3-fica
Non credo di aver mai inserito immagine tanto naturale e viva come questa, mi verrebbe da dire solare.
Veniamo al motivo del post, il cunilingus, il mio ultimo e il mio primo cunilingus.

Mi trovo sempre in difficoltà quando devo parlare della…Questione di termini, fica mi sembra volgare, utile per le parolacce e gli apprezzamenti pesanti; figa è un intercalare, patata…Non scherziamo…Un tubero incolore e spesso con poco sapore non regge il paragone. Topa…Un roditore…Micia…Troppo vezzoso, perde la sua carica aggressiva fatta di umori e sapori, però quasi ci siamo…Gatta! Indipendente e complicata, morbida e pronta alle coccole, che fa le “fusa” solo alla persona giusta, che se vuole lascia il segno..

Comunque sia mi piace baciarla, leccarla, annusarla, ho imparato prima a baciare LEI che una bocca, ma questa è una storia di cui parlerò tra poco….
Lo amo proprio, lo vivo come piacere del gusto e come omaggio veneratorio dell'organo sessuale e fonte di vita e piacere.
Un atto generoso.





Mi trovo tra le cosce di una che molti definirebbero una “maestrina”, minuta, senza troppe curve e qualche angolo di troppo, era così magra che ha il bacino molto spigoloso. Occhialuta, dalle labbra fini, dagli occhi grandi color nocciola, sicuramente anche grazie agli occhiali. Una che non noti a primo sguardo, però a guardarla meglio potresti tirare un mugugno d’approvazione.
Chissà come mai mi ispirava, dentro ci leggevo un fuoco represso, una furia scatenata rinchiusa in una scatola fatta di stecche di gelato.

Ai primi caldi te la vedi che gira già scollata, parola grossa, porterà una seconda scarsa, ammiravo l’impegno nel metterlo a risalto, minuto certamente, però a volte intravedi nelle magliette questi due capezzoli che fanno i bravi soldatini e si mettono sull’attenti.
Altri preliminari ci scaldano, siamo pronti e tesi.

Insomma arriviamo al dunque, io mi barrico tra le cosce, le lecco, le mordicchio, le bacio.
Un culo così perfetto...leccherei pure quello.

Un poco di sano sesso “vanilla” per gioire del corpo un poco più direttamente.

Peccato che mentre mi sto sforzando come un formichiere che cerca il pasto qualcosa non quadra, non un sussulto, un gemito, una stretta di gambe, una carezza. Il niente più totale.Alzo lo sguardo e me la ritrovo con gli occhiali ancora inforcati sulle orecchie che guarda il soffitto come se cercasse gli alieni.
Metto una mano sulla guancia e gli dico pressapoco:

-Tesoro problemi?
Lei per blandirmi:

- No, no, niente figurati, scusa colpa mia, continua pure.

Continua pure? Tesoro non sto leccando le buste per gli auguri natalizi, tu dovresti esserci! Continua pure, come se stessi sbrigando una pratica d’ufficio e mi hai distratto chiedendomi se avevo lo zucchero per il caffè!

Continuo sì, e ci metto tutto me stesso, attacco il clitoride con la lingua in movimenti circolari, piccoli colpetti dalla parte alta alla più bassa, lo stringo delicatamente tra le labbra e massaggiavo…Sembra di essere alle grandi manovre…Ricordati che non ti devi concentrare solo sul clitoride! Vai lecca!

All’attacco delle piccole labbra, con lente “lappate”, poi un poco più energiche, il solco tra le labbra…Un bel bacio affettuoso e torna alle cosce, mordicchia, piano! Piano!
Il piccolo sergente che è in me prende il sopravvento urlandomi ordini nel cervello, sembrerà strano ma ormai era come una sfida, con quella piccola vocina nella testa che mi incita a farla godere e mi dice:

- Se usi le dita ti tronco una mano, o ci riesci con la lingua o getti la spugna!

Qualcosa tutto sto lavoro lo porta, un sussulto, un microgemito, e via verso il clitoride, altre leccatine e poi dei succhiottini tenendolo tra le labbra e ci soffio sopra. Peccato che tutto sto lavoro sembra ancora di leccarla ad una marmotta tramortita su di un tronco caduto.
Effetti quasi zero e lei non sembra minimamente partecipe, insomma io continuo con impegno ma dall’altra parte risposte poche e svogliate.
Sto per tirare fuori l'arma segreta, ci penso, sono convinto che per ogni parte del corpo ci sia il mezzo giusto e lo strumento per esaltarlo, il giocattolo fuori di me.
Mi alzo senza dire niente, non mi guardo allo specchio ma mi ci gioco la paga che si vede che sto incazzato, con me, con lei, con il mondo, con la serranda mezza abbassata:

-Che c’è?

Dice Lei

- Se non va non va, inutile insistere, capita.

Rispondo Io
Neppure la guardo in viso ma sinceramente mi sento offeso, non mi sono neppure slacciato i pantaloni, mi infilo la maglia, cerco le scarpe per andarmene con una frase di circostanza il più velocemente possibile, non fosse che mi prende un braccio e cerca di giustificarsi:

-Non è colpa tua, dai calmati, mi sono lasciata con M… e non ci sto con la testa, non so perché, sei sempre così carino e gentile con me, mi mangi con gli occhi, mi fai ridere.

-Adesso non sto dell’umore per farmi una risata.

Gli rispondo secco.
Mi sento in colpa, veramente in colpa, stava cercando di essere carina con me per non ferirmi, poi a guardarla così mezza nuda che si è coperta il sesso con la gonna con le cosce ancora nude e il bacino rivolto verso di me, non me la sento proprio di infierire. Sarà mica per questo che ho deciso di chiamarmi Cavalier Amaranto?

Carezzo una guancia, le prendo il viso:

-Ma non sono arrabbiato con te, e che mi dispiace, sotto sotto mi piaci veramente tanto, ma tanto e…Mi dispiace che non vada, ecco, ma mica è colpa tua, o mia per dire. Mi dispiace solamente, ecco tutto…Anche tu sei simpatica, e che quando ti dispiace per certe cose…
Inizio a ripetermi, segno che in fondo è vero che sono dispiaciuto, che non so cosa dire, che mi sento fuori posto.

Riesco ad uscire da quella casa e mi dirigo verso il distributore di metano.

Per rifarmi del mio ego ferito ripenso alle prime volte che avevo “baciato” una gatta, avevo tredici anni appena compiuti, lei era la vicina di casa di una vita, avevamo giocato assieme, ero il suo giocattolo e ne aveva diciasette.
Mi sono ricordato di come mi istruiva, a leccarle e capezzoli, come fosse un gioco, poi lì, di come mi batteva forte il cuore, di come le piaceva, dei bei baci che mi dava sulle guance dopo dicendomi bravo.
Oppure faceva finta di dormire, si slacciava un poco i pantaloni, io la spogliavo piano e poi iniziavo, finito il gioco si svegliava e mi chiedeva come mai non indossasse le mutandine e di non rifarlo mai più, che lo avrebbe detto a nonna se ci riprovavo, io diventavo rosso, andavo a casa però ero contento, perché lei provava piacere.
Il gioco è finito quando il fratello ci scoprì, entrando nella stanza e incazzandosi a morte con lei.

Poco dopo si trasferirono, chissà che fine ha fatto.
Mi piace saperla felice e con un sacco di bambini, la mia malinconia era sparita e pensavo ad altro.

33 commenti:

  1. Tesoro non sto leccando le buste per gli auguri natalizi
    ROTF :-DDD

    Non si dovrebbero mai fare queste cose se l'insieme della nostra persona non è presente in ciò che si stiamo vivendo. Altrimenti proprio non funziona... Bacio, buona giornata!

    RispondiElimina
  2. a volte i "tipi" sono ancor più interessanti da scoprire.
    anche a me è capitato di essere altrove e di non riuscire a godermi il sesso...poi me ne pento sempre.
    focosissime le tue avventure di tredicenne! invidiabili.

    RispondiElimina
  3. Minerva@ Penso anche sia dovuto al fatto che in fondo non fosse veramente attratta da me.

    Sexybility@ Peccato che dopo i tredici ho sofferto una luuuuunga astinenza ^____^

    RispondiElimina
  4. bellissimo post. Ti ho incluso tra i preferiti

    RispondiElimina
  5. bello, mi piace il tuo modo ironico di raccontare.

    RispondiElimina
  6. fabrax@ Non posso che ringraziarti.

    Setarossa@ a volte ci salva solo l'ironia.

    RispondiElimina
  7. Mi sono rivista in quei momenti.....
    non riesco in nessun caso a lasciarmi andare....
    puoi essere il più bravo, ma nulla!!
    e non è colpa di "lui" solo che...

    B.

    RispondiElimina
  8. Bionda@ Si può ripetere all'infinito che non è colpa dell'altro, però il dubbio resta.
    Anche se è illogico si tende ad incolparsi.

    RispondiElimina
  9. ...ma non è che hai usato il dental dam?...


    scusa cav...oggi sono irrequieta...

    un bacio di luna

    RispondiElimina
  10. ...la muta...@ stella quando non conosco la persona e non la frequento personalmente tendo ad avere un piccolo accorgimento ulteriore, per la sicurezza mia, di chi è con me e di chi ci verrà.

    RispondiElimina
  11. ...la muta...@ ho lasciato diversi commenti sul tuo blog, spero li leggerai

    RispondiElimina
  12. E' tutto a posto, avevo sbagliato io a dare un'impostazione. La tua mail peraltro l'ho trovata nel cellulare ma qui nella posta non c'è. :-))

    RispondiElimina
  13. Io queste marmotte tramortite su di un tronco caduto non le capisco ;)
    L'Orsa si eccita già alla elle =D

    Comunque mi sono immedesimata al TUO sentire e penso che sia davvero frustrante per uomo prodigarsi e appassionarsi alla gatta per poi scoprire che è spiaccicata sotto un'auto.

    (OT:spero manchi ancora molto alla milionesima visita, non mettermi il muso se vedi che ho dipinto, ho bisogno solo della destra mentre per il Google Doodle occorrono entrambe le mani)
    But I will.

    RispondiElimina
  14. Tesoro, ero passata per la buonanotte ma sei già andato a letto senza di me :(

    (facciamo ingelosile tutte le tue amiche ahahahahah!)
    Calme, calme, siamo solo amici, non iniziate a tirarmi i capelli eh? ;)

    RispondiElimina
  15. OrsaBIpolare@ Nessuno mi ha chiesto qual'è la mia arma segreta....Speravo nella tua curiosità orsica.

    Grazie per il saluto spiritosona con il sorriso smagliante.

    RispondiElimina
  16. orsa

    non so le amiche, ma nel nostro mondo non dovrebbe esistere la gelosia...
    infatti un marcato interesse, sessuale e non, rende la slave ancora più fiera di appartenere al proprio MASTER ^_^

    il tuo nick è così carino che sono passata a trovarti: complimenti per il blog, ma soprattutto per la presentazione...fantastica.
    ci rivedremo sicuramente

    cav. lo so che hai molto da fare, con calma, quando passerai a trovarmi ci sarà un'altra sorpresa

    una buone notte ventosa a tutti

    RispondiElimina
  17. ...Sto per tirare fuori l'arma segreta, ci penso, sono convinto che per ogni parte del corpo ci sia il mezzo giusto e lo strumento per esaltarlo, il giocattolo fuori di me...


    te lo chiedo io...
    sai che sono curiosa più di un gatto

    RispondiElimina
  18. ...la muta...@ Porca paletta! Questo è un grande segreto! Mi sparo le cartucce così?

    A parte gli scherzi, vai dal tabaccaio, compra le caramelle al mentolo, non ho detto menta, attenzione, ma mentolo, dopo averne messe un paio in bocca e tenute un pochino fatti un bicchiere d'acqua...Che effetto fa?

    ^_*

    RispondiElimina
  19. @ Cavaliere
    Ma per me era stata sufficiente la descrizione, con o senza menta ;)
    Comunque ti dico io qual è il vero segreto:
    TI PIACE ASSAI! E questo basta per la riuscita.

    @ la muta
    Ovviamente scherzavo per la gelosia, bisognerebbe essere molto malati di testa per provarla attraverso un monitor...

    Grazie per i complimenti, il mio blog ha sempre le porte spalancate, non teme neanche i topi e le blatte.
    Verrò a prendermi un caffè da te ;)

    RispondiElimina
  20. @ la muta
    ma..ma? Dov'è il tuo blog??
    Sono io l'imbranata o ci sono solo le informazioni base?

    RispondiElimina
  21. orsa scusami...
    naturalemente niente di personale, ma per il momento il mio blog è riservato...
    anche se, a intuito, sembri avere la giusta sensibilità per comprenderlo.
    c'è troppa intimità, ci si guadagna l'ingresso attraverso la fiducia!

    ...verrò a scroccare presto un caffè ^_^

    PS. altro che monitor...
    a causa della gelosia ho visto persone toccare davvero in fondo...
    non c'è confine al malessere umano


    grazie cav. scusa se ho rubato spazio al tuo blog per rispondere a orsa


    un bacio terso come il cielo da questa finestra

    RispondiElimina
  22. OrsaBIpolare@ Piacermi mi piace.

    Sono disposto a diventare assaggiatore ufficiale per il bene dei maschi nazionali, ovviamente poi metto il bollino.

    "Grazie per i complimenti, il mio blog ha sempre le porte spalancate, non teme neanche i topi e le blatte."

    Avvertiamo i gentili lettori che quando parlava di blatte si riferiva evidentemente a ME, nota blatta rompicoglioni. ^_*

    (La notte mi metto il costume e divento blatto-man)

    ...la muta...@ Chiacchiera pure non c'è problema, Orsa è così gradevole che è un piacere.

    Concordo sulla gelosia, si vede roba da chiodi in giro!

    RispondiElimina
  23. @ la muta
    figurati, è un piacere sapere che non sono del tutto rincoglionita ;)


    @ Cavaliere
    Davvero saresti disposto a fare un simile sacrificio? ;)
    Il bollino...te possino!
    No, no, tu non puoi essere una blatta, io ODIO LE BLATTE!

    RispondiElimina
  24. OrsaBIpolare@ Un lavoro duro ma qualcuno deve pur farlo. ^_*

    Io per adesso non odio nessun animale, fatta eccezione per quelli che lasciano le cacche degli inconsapevoli animali domestici senza pulire.

    RispondiElimina
  25. Accidenti, vi lascio un attimo soli e voi blablablablabla all'infinito ;)

    RispondiElimina
  26. Minerva@ sai come succede, uno dice una cosa...Chi altre....

    Poi si finisce a parlare di blatte, guarda tu la mente umana. ^_*

    RispondiElimina
  27. BettieLou Page11:58

    Non mi fido di un uomo che non sa baciare il mio fiore segreto, che non apprezza la sua carnosità, il suo nettare e il suo olezzo. Un uomo così non amerà nemmeno il sapore dei miei baci o della mia cucina, il profumo che sale dal mio corpo dopo l'orgasmo o dopo una notte di sonno, non saprà mai quanto è dolce il cibo degli dei che ogni donna può donare con il piacere. Di uomini così noi donne facciamo volentieri a meno. Ci servono caldi e appassionati. Ci servono veri. Trovarli è la Sfida con la lettera maiuscola...

    RispondiElimina
  28. BettieLou@ Suvvia conosco un sacco di uomini che amano baciare i genitali femminili, con ottimi risultati, anche se non sempre le ciambelle escono col buco.

    Sai lo considero un bacio molto più intimo di quello tra orifizi orali, non credo di essere l'unico, anzi credo sia alquanto diffuso, magari non erano pronti al primo approccio.

    Saluti.

    RispondiElimina
  29. BettieLou Page20:19

    È davvero il bacio più intimo, quello in cui puoi concedere tutta te stessa senza freni o limiti. Quello in cui sei davvero nuda...
    Esimio Cavalier Amaranto, conosco anche io molti uomini che apprezzano questa pratica ma pochi la amano come risulta dalle Vostre parole. La maggior parte la vede come solo qualcosa che è doveroso fare. Senza rendersi conto di quanto si riceve....

    RispondiElimina
  30. Estrella_Marina@ vengo presto a trovarti.

    BettieLou Page@ effettivamente ci sono uomini che lo vivono come uno scambio, ti accontento per venire accontentato, ma se posso essere diretto e chiaro, non c'è peggior pompino di quello fatto per dovere.

    Che è usato da alcune donne/ragazze per altri motivi, vedersi il post divertente ma in fondo realistico

    http://master-e-slave.blogspot.it/2012/02/abc-rediuiua-tutto.html#.T944BLV1Bkg

    RispondiElimina
  31. BettieLou Page00:03

    Post davvero ironico ed illuminante, scritto certamente da una donna avanti anni luce!!!. Ma, perdiana, esistono ancora persone che fanno sesso per dovere????? E, franchezza per franchezza, piuttosto di un pompino/cunnilingus fatto malvolentieri meglio un dito in un occhio.... Quando ho letto il Suo post di cui sopra ho pensato alla mia corrispettiva esperienza. Io piena di buona volontà e passione e lui muto. Silenzio pieno. Nemmeno un sospiro, un verso affermativo, un gemito piccino picció. Ho temuto si fosse addormentato.... Mi sono alzata e sono andata in cucina a farmi un gelato. Si è offeso.....

    RispondiElimina
  32. BettieLou Page@ Oddio silenzio pieno, certo è inquietante, immagino non fosse neppure in stato erettile, poteva dipendere dall'imbarazzo come detto, certo che poteva almeno cercare di spiegare.

    Spero almeno che il gelato fosse buono. ^_^

    RispondiElimina

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.