9/11/2012

consigli per slave

animalism
Come si devono comportare gli o le slave alle prime armi che  sono interessati ad intraprendere un percorso su cui hanno determinate aspettative?


Questo piccolo decalogo spero serva in linea di massima a rendere edotti i novizi che trovandosi di fronte ad altre persone in un contesto non usuale sui comportamenti da tenere ai primi incontri o approcci, perchè non commettano errori in cui spesso molti sono incappati, volenti o nolenti portati dall’inesperienza.
slave-bondage






1) Fidatevi sempre del vostro istinto, non è sicuramente infallibile, ma è preferibile rinunciare a qualche giusto partner piuttosto che incappare in quello sbagliato che può rovinarvi la salute o la psiche, gli state cedendo il vostro libero arbitrio, è un dono importante che deve essere recepito dalla persona che vi ispira fiducia. Mettiamo il caso che 10 volte su 10 abbiate rinunciato perché non convinte o convinti, sconsiglio di offendere dicendo che non si trovano Padroni adatti, che quelli incontrati sono farlocchi, pensate piuttosto che nonostante il vostro desiderio di appartenere non siete pronti, stato che può essere temporaneo o permanente, in entrambi i casi desistete.

2) Iniziate un dialogo aperto e franco, non vi limitate assolutamente all’ambito bdsm ma cercate di spaziare in tutti gli aspetti che vi riguardano, non sarete mai dove può annidarsi il sospetto che qualcosa non quadri, che appunto faccia scattare quell’impressione che qualcosa non è come dovrebbe essere.

3) Evitate con accuratezza quelli che pretendono di essere Master senza avervi assicurato la massima apertura, che pretendono lealtà assoluta senza donare nulla in cambio. Approfondirò ancora il discorso ma in linea generale se qualcuno pretende di chiamarvi “ cagna “ e che vi comportiate di conseguenza per diritto divino, perché loro sono loro e questo deve bastarvi altrimenti non siete vere o veri slave, sappiate che vi trovate di fronte o ad una persona bugiarda che cerca di fare colpo ma non saprebbe dove mettere le mani, oppure peggio, esaltati pericolosi.

3a) Possono anche vantarsi di praticare da molti anni e magari essere inesperti o avere avuto un unico incontro, difficile constatare, prendetela come notizia d’inventario. 
18999629648151622_Tz3c4P7J_b

4) Per voi è un mondo nuovo, se durante il rapporto o ancora meglio prima che inizi dite che la persona non corrisponde a quello che cercate, scatenando poi un pressing asfissiante dove l’altro/tra cerca di convincervi divenendo fastidioso fortunatamente adesso esiste il crimine di stalking. Insomma se ad un vostro NO continua oltre il secondo tentativo di convincervi che io definisco di “cortesia”,  allontanatevi.

5) E’ sempre bene tenere le mail, sms, lettere, a voi esclusivamente indirizzate per evitare ritorsioni, ricatti, minacce, come ad esempio di essere autrici / autori di comportamenti vessatori o altro, ebbene sì quella che potrebbe essere un mezzo di difesa diventa una minaccia.

6) Se amate tenervi in contatto telefonico non usate quello usuale, comprate un altro cellulare(ne esistono da 20 EURO), una scheda diversa, cercate di non mescolare il numero a cui siete naturalmente raggiungibile e che usate per lavoro o per parlare con i vostri cari, potrete farlo magari dopo quando gli incontri saranno più che consolidati.Come mi premuro di fare io stesso.

7) Al primo incontro o i primi se uno non basta pretendete che non si pratichi bdsm, questo vale soprattutto se ci si è contattati per via telematica, scegliete luoghi pubblici, se non conoscete bene il luogo dove avverrà l’incontro specificate che non siete disposte o disposti ad appartarvi, neppure per due chiacchiere un poco più intime senza implicazioni sessuali.

8) Durante i primi incontri, sessioni comprese, fatevi chiamare da persona di fiducia più volte per far sapere come state o avere una scusa per andarvene.

9) Se conoscete persone che frequentano questo mondo cercate appoggio, consiglio, chiarimenti che vi sono necessari. Attenzione se la persona ha rapporti stretti con il soggetto Master ( o Mistress mi pare scontato ) potrebbe mancare di obiettività.

10) Sperimentate, cercate di allargare gli orizzonti, dato che avete concesso fiducia fatevi pilotare, assaggiate, siete persone alle prime esperienze, slave che devono sbocciare, è un percorso.
Non pretendete che il “gioco” si fermi se qualcosa non vi piace, siate chiare, un conto è non trovare gradevole qualcosa, un conto è sapere di non poterlo sopportare, c’è una differenza abissale. Nel primo caso lasciate la scelta di continuare al Master, che potrebbe mettere alla prova la vostra lealtà o punendovi proponendo qualcosa di appunto sgradito, altro è dire che non riuscireste mai a portarlo a termine, superando un limite invalicabile.
Si consiglia vivamente di leggere QUESTO POST

11) Se vedete che i limiti continuano a susseguirsi spesso e in maniera continuativa è ovvio che vedete il bdsm in maniera diversa, è un mondo così poliedrico, magari è il miglior Master possibile a livello caratteriale e vi ispira sicurezza però sul lato pratico non vi trovate, rinunciate.

12) Inizialmente non vi fate mai legare, limitare nei gesti o chiudere in una stanza.

13) Quando la conoscenza è ormai consolidata se dovesse cercare di isolarvi da altri appartenenti a questo mondo, oppure in maniera totale dalla vostra esistenza ordinaria, non vi fidate. Nel primo caso potrebbe aver paura che si sappia qualcosa di spiacevole nei suoi confronti, nel secondo non credo ci sia bisogno di fare commenti. Per cui non chiudete nessun canale, avendo contemporaneamente l’accortezza di non prendere tutto quello che si dice di altri per oro colato, ci sono molte invidie, fate come San Tommaso, toccate con mano tenendo a mente quanto sentito.

14) Rispettate il sano, sicuro, consensuale, usate la safeword.

15) Ricordate che essere slave comporta tanti doveri ma anche diritti.

16) Cercate di essere sempre sinceri sui vostri sentimenti, si creano unioni molto profonde, capita a chiunque di equivocare o prendere il tutto in maniera differente, meglio chiarire all'inizio.
gay--slave

Per coloro che potrebbero farsi venire una sincope e avere la bava alla bocca ringhiando che si trova già un decalogo di consigli per aspiranti slave ecco il link dove potrete notare che non è proprio lo stesso, all' interno del portale Legami trovate la TRADUZIONE al suddetto articolo in inglese.

17 commenti:

  1. Ciao Cavalier Amaranto,
    in primis complementi per il tuo blog, l'ho scoperto da poco, ma lo trovo veramente interessante.
    Secundis, grazie per questo post.
    Da qualche tempo sto ampliando i miei orizzonti e sempre più spesso mi trovo a orientarmi verso la filosofia del Bdsm, in particolare sulla figura di Slave. Non ti nego che questo post mi ha spalancato un portone, con poche ma chiare parole mi fa spiegato quello che tanti articoli non dicono!!!Per cui, grazie grazie grazie

    RispondiElimina
  2. Stellina@ Grazie dei complimenti, prego, prego, prego, sul fatto che siano poche le parole non concordo però, mi sembra anche troppo lungo il post.

    RispondiElimina
  3. Dipende dai punti di vista credo. A me così è sembrato completo, ma forse sarà che sono ancora alle prime armi!!!
    baciotti

    RispondiElimina
  4. stellina@ per me è lungo, l'ho scritto io. Mi serve uno scrivano...Sono un amanuense pigro :D

    RispondiElimina
  5. He he he...
    nel caso chiama, io scriverei in ogni momento!!!

    RispondiElimina
  6. Anonimo15:05

    Non sono una slave ma Concordo in toto ! Dare e ricevere contornato da rispetto e intesa;-) un bacio Cavaliere dalla "Spagna "^_^

    RispondiElimina
  7. Anonimo@ Bella la Spagna! *_^

    Saluti e abbracci

    RispondiElimina
  8. oscura8911:27

    Concordo con Stellina, per chi ha sempre pensato a questo mondo ma non ha mai avuto la possibilità di esplorarlo è davvero utile trovare consigli così chiari! E' sempre un piacere leggere il tuo blog

    RispondiElimina
  9. oscura89@ Grazie per i complimenti ^_^

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La sottomessa non è proprio necessaria a niente; l'unica cosa che conta, è imparare l'obbedienza nel ringraziare per Il Silenzio e il Ripudio, Doni al pari degli Altri. Nessuna "safeword" da usare al riguardo, purtroppo.

      Elimina
    2. "La sottomessa non è proprio necessaria a niente" io ci posso pure provare a fare da solo ma senza la controparte mi sembrerebbe inutile come l'onanismo davanti a Porta a Porta.

      Ci vuol coraggio e si chiama autolesionismo.

      Elimina
    3. Perchè, la sottomessa Voi Vi Degnate di utilizzarla solo sessualmente?
      In quel contesto, si, Vi è necessaria, per Il Tempo che impiegate per il suo utilizzo.
      Ma io mi riferisco a molte altre dinamiche Maestro-sottomessa
      che non precludono neppure il vedersi.

      Ringraziare per Il Silenzio Un Maestro, non il fidanzato, è un Atto che si esegue senza nessun contatto fisico/visivo.
      E non c'è "safeword" che tuteli la sottomessa.
      Appunto. Necessaria-a-niente.

      Sono contraria a queste forme dolciastre di sottomissione, che precludono tanti riguardi per le sottomesse-fidanzate.

      Se fossi Maestro mi comporterei esattamente con La Sferza che Fiore di Ciliegio ha imparato a temere, e in qualche modo, l'ha interiorizzata.

      Il Maestro è Esigenza.
      Non concepisco l'idea di un Maestro colloquiale e affettuoso. Mi dispiace.

      Elimina
    4. Non escludo certamente il fatto che esistono dinamiche al di fuori dell'incontro fisico, dato che però il post è una sorta di "vademecum del primo incontro" è evidente che escludo ogni altra forma di contatto o conoscenza proprio per non finire fuori tema.

      Elimina
  11. Il contatto verbale prima è durante il rapporto è elemento FONDAMENTALE per evitare di incorrere in situazioni pericolose o dove viene a mancare la consensualità, prendiamo ad esempio il caso in cui la persona di fronte ad un atto che io ritengo normale si spaventi perché io non ho analizzato prima le sue reazioni, potrebbe fare male a se stessa, per questo conoscere aumenta la fiducia reciproca e diminuisce la possibilità d'errore.

    Abbandonarsi senza conoscersi rende anche difficile la scelta del partner per entrambi, altro elemento a favore del colloquio costante.

    RispondiElimina
  12. Si, se Il Maestro Si Degna di rispondere...

    La sottomissione è tutta qui:
    Il Maestro che Si Degna di...+ il resto delle cose da dire/fare.

    Ricevere Una Replica del Maestro è un Raro Privilegio.

    RispondiElimina
  13. Anonimo18:13

    ma non è un decalogo... le regole sono sedici, non dieci...

    RispondiElimina

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.