5/11/2013

sesso strano


















Ammettiamolo fare sesso con una donna a volte è gettarsi nel vuoto usando il proprio pene come corda di sicurezza, soprattutto se parliamo di pompini o leccate varie. Più rischioso dell' Hydrospead (gettarsi sulle acque vive tra spuntoni di roccia con il solo ausilio di un gommoncino stretto tra le braccia, una follia pura) o di camminare nel parco a piedi nudi, devi essere più scavezzacollo di un paracadutista o di un domatore di leoni.


Se vi trovate con la vostra attuale partner e vi succedono determinate cose:





A) vi sta facendo un pompino e si stacca il pearcing a pallina sotto il labbro, cosa mai successa prima, che doveva accadere proprio in quel momento.

B) Sempre la suddetta vi lecca con foga il deretano( signori e signore il culo) e mentre gli chiedete con voce piena di voluttà "ti piace il mio culo troia"? proprio mentre la gatta passa proprio sotto il mento di lei che ride e dice "piace pure a Clotilde"( la gatta) e scoppio anche io lasciandomi all'ilarità rovinando l'atmosfera.






C) Se mentre sta per farvi un pompino abbassa la pancetta con la mano e vi guarda come a dire che state diventando come l'omino Michelin e si riscoppia a ridere assieme, ed è la seconda volta che succede.






D) se state giocando alla compravendita della schiava al mercato che scalpita e si oppone come una puledrina ma qualcosa vi ferma proprio mentre state per leccargli la farfallina...

Benvenuti nel mio mondo, dove una leccata è una corsa ad ostacoli devi prendere appuntamento per un pompino fatto come si deve, ma almeno hai la soddisfazione di aver fatto venire un orgasmo ad una donna che credeva di non essere in grado di averne, perché si credeva anorgasmica e con te ha goduto fino in fondo come non le è successo mai.


Ti senti il più figo del bigoncio, il Gran Visir della Vagina, il Signore del Sesso estremo, il Master più Master della galassia che in confronto De Sade è uno che si diverte a strapparsi due peli delle sopracciglia...

Perché si può essere Master senza perdere nulla di del proprio essere, e si può essere anche maledettamente bravi.
( Marcia trionfale in onore della mia immodestia, che qualcuno potrebbe mettere in discussione e soprattutto fatevi una risata)

P.S. Nel riportare questo scorcio di vita vissuta non si sono perpetrati maltrattamenti ad animali di nessun tipo, Cavalier Amaranto compreso.

6 commenti:

  1. Era tanto che non passavo e ho riso nuovamente di gusto, come sempre. Dissacrante e spassoso. Buona serata cavaliere.

    RispondiElimina
  2. Simpatico questo scorcio di vita quotidiana, rievoca ricordi che accomunano.

    RispondiElimina
  3. Noi se non si ride non ci riesce bene :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mica sempre altrimenti divento il comico del sesso, provate a trombarmi e vi ammazzate di risate. ^_^ E' troppo anche per me.

      Elimina

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.