6/04/2013

Ruoli nel BDSM






















Questo post può essere letto singolarmente o meglio accompagnato dalla lettura di questi tre post:

Cosa significa BDSM

Essere slave

 Essere Master o Mistress

(Cara Stregatta leggerai questo post prima o poi, ti consiglio di non farlo adesso o ti rovini la sorpresa...Dovrai aspettare un mio ordine.)

Questo approfondimento che ho sempre ritenuto necessario si colloca qui invece che essere integrato in altri articoli perché l'argomento trattato è fatto fondamentalmente di sfumature, che avrebbe rallentato e rese meno chiare alcune dinamiche, questa un' analisi avanzata dei ruoli che si ricoprono nel BDSM.

Molti e molte mi scrivono chiedendomi cosa significhi in fondo interpretare un ruolo, essere in quel momento il Padrone o la Padrona di quella persona, come dico sempre non ci sono compiti ben definiti o formule univoche per tutti, importante per riconoscersi è la Dominazione( sottomissione ) e l' Addestramento( Addomesticazione).


















Non importa che ci si vesta in un certo modo, che si sia nella vita quotidiana in una certa maniera, che si parli con vocaboli specifici, quelli sono mezzi attraverso i quali si riconosce una certa figura, ci aiutano ad entrare in quello stato di "grazia" che ci porta ad esprimere una parte di noi stessi.

Questo non significa che non siano importanti o che non facciano parte dell' essere dominanti o sottomessi, sono sì un mezzo ma fanno anche parte della nostra personalità e come la vogliamo esprimere, come nel teatro tingersi il viso o vestirsi in una certa maniera non aiuta solo il pubblico a riconoscere il personaggio ma all'attore di impersonare la parte, punto fondamentale di qualsiasi scuola di recitazione.

Per cui in parte impersoniamo NOI STESSI in un ruolo non quotidiano, in parte ci rendiamo riconoscibili attraverso alcuni strumenti agli altri, ma cerchiamo sempre di rispettare quello che ci piace, .


















COSA BISOGNA FARE 

Da questa considerazione nascono alcune incomprensioni, che leggerete un poco ovunque tra forum, blog, e altri mezzi, non esiste l'atto che vi renda necessariamente l'uno o l'altro; ad esempio se viene dato l'ordine di farsi infilare un vibratore nel culo e farsi masturbare non necessariamente c'è l'inversione dei ruoli, si è semplicemente ordinato di farsi procurare piacere in maniera diversa, dovete essere VOI con la vostra sensibilità e voglia di scoperta ad adattare delle regole generali secondo la ricerca che state compiendo, facendo anche attenzione a cosa il partner riuscirebbe ad accettare.

Vi faccio un esempio, la mia attuale partner ha espresso il desiderio di esplorare la propria parte dominante, dopo una costruttiva discussione siamo giunti alla conclusione che non ho l'indole dello slave e che vedermi compiere determinati gesti sono incompatibili con il ruolo che lei desidera avere con me.

Sempre rispettando ovviamente i principi del SanoSicuroConsensuale.
















MANTENERE IL RUOLO

Non sto parlando necessariamente solo del momento d'incontro, dove è fisiologico ci siano delle pause, perché è un gioco anche di attese, di vorrei ma non posso, ti porto sull'orlo del piacere e ti lascio a desiderare di scopare, ti metto in una situazione di disagio o di umiliazione(attenzione a non esagerare) di potrei e lo faccio, si può essere egoisti, freddi, "fisici", distaccati o eccessivamente smielati. Importante e non perdere la concentrazione su quello che si sta instaurando, anche quando ci si riposa.

Questo piccolo preambolo necessario per le persone pigre che non hanno voglia di leggere i link, mi porta ad una considerazione dal "micro" al "macro" cioè dal singolo incontro al ruolo che si mantiene di volta in volta nel corso del rapporto (sessuale e non ricordatevelo).

Può accadere per svariati motivi che si perda il filo del rapporto, perché ci sono impegni, perché momentaneamente ci si concentra su altri aspetti...Perché ci si innamora...

L'amore non è mai stato ostacolante, anzi aumenta il grado di fiducia ed intimità, per cui da una parte è bene, dall'altra potrebbe indurre il sottomesso ad avere comportamenti di "controllo" mentre si interpretano il ruolo di sottomessa / so, Dominante.

Ricominciate da capo, date dei piccoli ordini a distanza che devono essere eseguiti, provate la privazione sensoriale, fate in modo che mentre giocate per più incontri non vi veda, distaccate la persona amata dall'immagine, il suono, l'olfatto o il tatto, presentatevi come qualcosa di "nuovo", giocate, prottraete il momento sessuale allo stremo, ma ricordate SEMPRE I LIMITI FISICI DEL PARTNER, se è ipovedente o ha problemi  di respirazione per una deviazione al setto nasale dovete tenerne conto.

Trovate un segnale o cambiate il segnale che dà l'inizio al rapporto, non ricordo se l'ho scritto altrove, ma avere un gesto, una parola inequivocabile che offre la possibilità di distacco dall'IO quotidiano è un grande aiuto.

Avete un vantaggio rispetto agli inizi, sapete cosa gli piace e cosa non sopporta, usate con moderazione entrambi, godetevela.

Alla prossima.



_________________________________________________________________________________


LE MIE SONO SOLO INDICAZIONI DI MASSIMA, SIETE SOLO VOI I RESPONSABILI DELLA VOSTRA E ALTRUI INCOLUMITA', SOTTO OGNI ASPETTO, NON POSSO ESSERE RITENUTO RESPONSABILE DELLE VOSTRE AZIONI. 



4 commenti:

  1. che dire... grazie! penso che per chi è agli inizi sia un post molto utile, soprattutto se (come sta capitando a me) ci si ritrova con un compagno che non sa assolutamente nulla di bdsm ma che è incuriosito e vorrebbe provare a saperne di più.
    è anche un ottimo spunto per parlarne, per il "a me piacerebbe, e a te piacerebbe?" che penso sia sempre tanto utile... (e interessante!;) )
    piacevole serata a tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Auguri ad entrambi, buona serata a te e tutti quelli che leggono il post.

      Elimina
  2. Scopro questo blog oggi.
    Un post delicato.
    Buongiorno e grazie:)

    RispondiElimina

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.