6/23/2014

uomini che fanno paura alle donne







Ammettiamolo scrivere è faticoso, fortunatamente non ho alcuna scadenza editoriale o libri da vendere, tabelle da rispettare, bollette da pagare con quello che produco qui. Lo faccio per voglia, per spasso e perché mi piace, quando e come voglio.

Diverso sarebbe se fosse un mestiere, dai e dai, pressato dalle necessità personali e di lavoro sono sicuro che prima o poi avendo meno tempo per riflettere cadrei in contraddizione o rischierei di scrivere una fregnaccia, come accade ai professionisti del settore della carta stampata.


Accade ai migliori ed ai peggiori, a chi tocca nun se 'ngrugna.

Questa volta è caduto sul'altare della penna Ferruccio Sansa, con il suo editoriale scritto per Il Fatto Quotidiano cartaceo: "Uomini che fanno paura alle donne".

Leggendolo a fondo si trovano dei discutibili, almeno per me, concetti di ingentilimento delle forze armate perché le donne sono munite di una sensibilità tutta al femminile, confondendo le decantate missioni di pace delle forze amate con le opere meritorie di organizzazioni come Medici senza Frontiere.

Missioni di pace per le forze militari significa svolgere quelle mansioni di controllo e mantenimento dello status quo come farebbero le noste forze di polizia se il nostro territorio fosse soggetto a sommovimenti popolari o problemi di ordine pubblico gravi e reiterati, non sono lì per bendare bambini malati ma ad evitare che succedano disordini in zone di guerra mitra alla mano.

Qualcuno poi mi dovrebbe dire come mai la donna ingentilisce, a volte non risultano tanto gentili, l'ho appreso all'asilo, quando un energumena il doppio di me si divertiva a tirarmi i capelli ed appiccicarmici le gomme americane da lei mezze masticate. Ho appreso solo poi che era il suo modo per attirare l'attenzione perché gli piacevo, avrei preferito fargli schifo.

A parte gli scherzi, siamo all' ennesima versione dell' angelo del focolare, questa volta in divisa, dove la donna non viene rispettata come soldato ma come infermierina in mimetica.

Il massimo però lo si raggiunge quando Sansa in un afflato di pregevolezza stilistica rispolvera una presunta laurea in psicologia fatta con i cracker:" ...le testimonianze inedite delle soldatesse che accusano i commilitoni di violenza ci ricordano anche altro: quanto nella nostra vita sia presente il bisogno di fare paura.

Parla per te caro Sansa, io non sento alcun desiderio di fare paura in quanto maschio, ma soprattutto potrei farti conoscere alcune Mistress che sanno emanare rispetto e rigore con un solo gesto.

Ho deciso di organizzare pulmini per mostrare l'altro lato della luna a chi considera le donne fiorellini delicati ed odorosi e poco altro, per il bene loro e di tutte le done che incontrano o hanno vicine.




Nessun commento:

Posta un commento

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.