6/11/2015

Matrimonio transessuale



Passi avanti per il nostro Paese grazie ai tribunali. Dove la legislazione è carente non è insolito che sia l'organo giudicante a tappare le mancanze o ad avvicinarsi più velocemente ai cambiamenti sociali.

 Come nel caso di una coppia di Milano, lui proveniente da quelle terre e lei, transgender argentina, entrambi hanno contratto matrimonio nel Paese sudamericano. Pur non avendo cambiato sesso nel 2012 ha ottenuto la mutazione di riconoscimento anagrafico, potendo scrivere sui vari documenti di riconoscimento il suo status di donna.  

Proprio per questo il tribunale ha riconosciuto il loro status di sposati, perché essendo riconosciuta per le istituzioni come donna non sarebbe più un matrimonio omo ma etero, valido sotto tutti i punti di vista. 

Da una parte sembrerebbe una situazione alla Azzeccagarbugli, una questione come spesso accade di cavilli burocratici. 

Come in effetti è, dato che molti difensori della sacralità etero si vedono aggirare un concetto quasi sacro dalla stessa  norma che dovrebbe difendere i loro principi e proprio da qui nasce l'aspetto divertente. 

Sarà felice della notizia Valentina, che ci ha lasciato una bellissima testimonianza sull' essere transessuale

A presto. 

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Fonte notizia: 

Nessun commento:

Posta un commento

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.