12/14/2015

Diritto all' oblio







E' accaduto a volte di voler cancellare un post, sarà accaduto due tre volte in cinque anni.

Quando lo sfogo è troppo privato per occhi pubblici, perché è doloroso, perché si vuole relegare quell' evento all' oblio.

E' un mio diritto, se avessi un incarico pubblico e perseguissi la trasparenza nei fatti e nei principi, se quanto riportato non riguarda la mia immagine e la mia onorabilità, sempre pubblica ma anche privata, requisito necessario per svolgere attività politiche; non cambierebbe.


Così non è per Fabio Massimo Castaldo, eurodeputato pentastellato, che scrive un post sulle sue disavventure amorose su facebook. Prontamente il curatore del blog, angolo twitter nonleggerlo decide di riproporlo pari pari nonostante l'autore abbia deciso di cancellarlo.

In verità il post (di cui non riporto il link appunto perché mi lamento della sua pubblicazione) risulta alquanto "fanciullesco" facendo un parallelismo tra vita politica e avventure amorose, ma ciò non toglie che ognuno abbia diritto a scrivere anche qualche leggerezza.



Nessun commento:

Posta un commento

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.