3/12/2011

l’asse della terra

sole

Il Giappone è in ginocchio, pensi alle persone che non ci sono più, al disastro ecologico ambientale, poi ti rendi conto che l’asse della terra si è spostato, che i raggi del sole da ora in poi non raggiungeranno più la Terra allo stesso modo, e non di poco.

Senti che siamo come le pulci in groppa ad un elefante e ti rendi conto che sentirsi i padroni del creato è illusorio.

6 commenti:

  1. Già... E non siamo manco padroni delle nostre vite, se è solo per questo (a sentire la Santanché) :-(
    Tutto è davvero estremamente relativo :-(

    RispondiElimina
  2. Tesoro non credo che rendersi conto dei propri limiti sia negativo, ci si rende realmente conto delle proprie possibilità.
    La Santanchè deve ancora trovare il cervello che ha dato in pegno al banco...

    RispondiElimina
  3. Non diamo troppo credito alle sciocchezze che pubblicano i giornali pur di alimentare il catastrofismo!

    http://www.gravita-zero.org/2011/03/terremoto-in-giappone-lasse-terrestre.html

    RispondiElimina
  4. kameo@ comunque le immagini del Giappone o parte di esso dopo la catastrofe non sono certamente strumentalizzazioni giornalistiche.
    Per quanto riguarda il sole...Una constatazione logica, per quanto possa sembrare incredibile lo spostamento del nostro asse ha portato ad una prospettiva "diversa", anche se non così epocale da portare grossi cambiamenti.

    RispondiElimina
  5. Mah... il giappone ha subito una bella botta. Sicuramente il nostro modo di guardare le cose dovrebbe cambiare... indipendentemente dagli spostamenti dell'asse terrestre. Dubito che le misurazioni fatte siano veritiere... e comunque l'asse terrestre è sempre in movimento :) Di certo è che se venisse qua un terremoto al nono grado della scala richter, non esisteremmo più...

    RispondiElimina
  6. BaciSegreti@ sicuramente il terremoto avrebbe fatto più danni, non dimentichiamo che la maggior parte dei danni è stata causata dall'onda anomala.
    Non so se l'asse si sposta in continuazione, certo è impressionante.

    RispondiElimina

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.