7/24/2012

Difendersi con i luoghi comuni


altan-donna

Quando ero piccino toglievo il colore rosa dai pastelli perché la maggior parte dei giochi al femminile avevano quel colore predominante, insomma ero vittima del marketing, rosa giocattoli femminili, allora non era adatto a me, non l'ho tolto più dai pastelli quando ormai avevo quasi smesso di disegnare.
Questo non solo ha minato la nascita di un pessimo disegnatore ma è stato uno dei segni dal passaggio dall’infanzia all’età dell’ormone galoppante detta adolescenza, questi e molti altri piccoli passaggi mi hanno portato a pensare che i luoghi comuni dettati dalle parti riproduttive siano stupidi, sì mi faceva sentire più adulto.

Purtroppo non per tutti è così, ci sono ancora maschietti e femminucce che sono convinti che ci siano “argomenti” femminili e maschili a prescindere, come se il gusto per i cazzetti o le vagine influenzasse necessariamente il mangiare, il pensare, il divertimento, il guidare…

A volte succede, anche quando si vuole difendere una categoria, come nel portale La 27esima ora, usare uno dei luoghi comuni più maschilisti per dimostrare di essere ghettizzate, partendo dal presupposto che basta avere più di quattro uomini riuniti in qualsiasi consesso per essere portati a sottovalutare le donne.

L’articolo di Camilla Baresani riprende la notizia che per ogni cento articolisti su Wikipedia solo nove sono donne, a dimostrazione di una volontà di escludere si prende un esempio lampante, la voce sul vestito di matrimonio della moglie del futuro re inglese di nome Kate è stata eliminata perché ininfluente, la voce sulla tredicesima stagione di South Park è ancora presente.

Siamo ancora al solito luogo comune che le frivolezze o i vestiti interessano alle donne, i fumetti e la satira è ovviamente maschile, l’immagine poco gratificante che la donna si interessi di determinati argomenti tanto cara ai maschilisti sciovinisti quando serve per indicare qualche mancanza è sempre utile, anche se poi la figura femminile ne viene svilita.

Ovviamente non viene spiegato come avvenga tale comportamento, dato che Wikipedia non attua nessuna selezione, basta conoscenza e buona volontà, che se ricordo bene non si distingue in base al sesso, non essendoci alcuna scrematura tecnologica l’unica spiegazione valida come detto è che in maniera “naturale” ed istintiva gli uomini si mettessero a cancellare le voci del mondo femminile, perché lo sappiamo tutti che sono maiali.

Questo sì che non discrimina, se fossi una donna mi sarei incazzata ancora di più, a prescindere se mi ballano i testicoli tra le gambe o meno avrei trovato le notizie di gossip ugualmente ininfluenti.

Il disegno è ovviamente di Altan

14 commenti:

  1. stupidi luoghi comuni... io ad esempio guido da Dio, ma nessun uomo lo ammetterà mai...

    RispondiElimina
  2. Antares@ Mia sorella guiderà sempre meglio di me, è assodato. Le crostate e le marmellate gli vengono meglio, il ciambellotto, i videogames, però la frego in cucina, tranne i punti citati.

    RispondiElimina
  3. cavalier amaranto@... che rarità d'uomo ;)

    RispondiElimina
  4. Antares@ grazie ^-^

    non fatico ad ammettere che in molte cose la mia sorellina mi frega, è lei l'uomo da sposare.

    RispondiElimina
  5. Anonimo11:37

    Ciao... mi scuso in anticipo in quanto il mio commento non ha niente a che fate con il tuo post.
    Ho trovato il tuo blog per caso e volevo chiederti una cosa.

    Da parecchi anni sto con il mio ragazzo e tra noi c'è intesa sia dentro al letto che fuori, facciamo di tutto e non abbiamo problemi quando uno dei due vuole sperimentare qualcosa di "nuovo". Dopo aver letto la trilogia cinquanta sfumature.. ho pensato che sarebbe stato bello poterci approcciare in maniera soft a questa pratica per provare qualcosa di diverso, di insolito, solo che quando glielo proposto si è messo a ridere e mi ha detto: ma dai amore, e se poi ti faccio male, e non voglio farti qualcosa che non vorresti.
    Ora io mi domando, ma se glielo chiesto io, che ragionamento è? Ti volevo chiedere un consiglio sono io che ho sbagliato approccio oppure devo proprio lasciar perdere perchè evidentemente lui non vuole? non so volevo chiedere un consiglio a chi ne è avvezzo e non si scandalizza anche perchè le mie amiche penso che svenirebbero e mi guarderebbero con orrore se gli chiedessi una cosa del genere.

    Mi scuso per il post lungo e forse anche non proprio carino da venire a chiedere a degli estranei. Ti ringrazio ugualmente, un saluto -DM-

    RispondiElimina
  6. Anonima fidanzata@ Non è un problema andare OT nei riguardidel post non ti preoccupare.
    Sarà una risposta lunga e articolata, partiamo dal fatto che pur ridendone il tuo ragazzo non ha completamente torto, non avete esperienza, brancolate entrambi al buio, per cui eviterei pratiche impegnative, e ricorda, anche le cose più semplici portano effetti, studiate e un poco di spanking e delle candele per massaggio possono fare miracoli.

    http://master-e-slave.blogspot.it/2010/11/hot-wax.html#.UBEv0mE5KSo
    (come usare candele da massaggio mi raccomando)


    http://master-e-slave.blogspot.it/2012/03/sculacciare.html#.UBEwkWE5KSo
    (sculacciata)


    http://master-e-slave.blogspot.it/2011/03/giochi-per-adulti.html#.UBExbmE5KSo
    (qualche piccolo giocattolo da usare con tranquillità)

    Dovete parlarne anche perché devi sondare bene cosa ti aspetti, cerca di capire e fargli capire che il dolore non è il fine ma solo un mezzo, tra parentesi non necessario, scusami se continuo a mandarti di post in post ma sono cose che ho già scritto:

    http://master-e-slave.blogspot.it/2012/03/significato-bdsm.html#.UBE2BmE5KSo

    Altro post che potrebbe aiutarti a capire

    http://master-e-slave.blogspot.it/2012/03/psicologia-bdsm.html#.UBE2eWE5KSo

    Per il resto rassicuralo che se ben condiviso e fatto con calma è un bel gioco, magari prendi spunto da quanto spero leggerai per convincerlo e mettici un poco di pepe... ^-*

    In fondo ha riso, non ti ha guardato inorridito, siete fidanzati ed essere aperti sulle aspettative di coppia è sempre un bene, come detto riproponilo mettendoci sensualità e fagli capire che può essere un gioco divertente.

    Certo i libri di cui parli non sono un punto di partenza molto realistico, ho letto il primo e mi è bastato, però ti ha stuzzicato, condividi alcune parti con lui...I modi sono tanti dipende da come siete, questo puoi saperlo solo tu.

    Fagli leggere il mio blog o i post che ti ho inserito...

    Mi raccomando che sia Sano, Sicuro, Consensuale.

    Siete i soli responsabili delle vostre azioni, LE MIE SONO SOLO INDICAZIONI DI MASSIMA.

    Buona fortuna, spero accennerai sul blog come è andata, per quanto riguarda le tue amiche, fidati ci sono molte insospettabili in giro, forse lo sarai anche tu.

    Per domande più specifiche che non ti senti di condividere sul blog c'è anche la mail, NON VOGLIO SAPERE nulla di scabroso o pruriginoso però capisco che sono argomenti delicati da rendere in pubblico.
    Ciao ragazzi.

    RispondiElimina
  7. Anonimo15:16

    Grazie per la risposta così precisa, sei stato gentile. Penso che più della paura di farmi male, che lo dica anche perchè non ci vede nulla di piacevole, niente che possa portare al piacere.. Io sinceramente mi sono vergognata quando glielo proposto scoppiando a ridere con la faccia paonazza... ^_^ una volta lo legai per gioco e si spazientì non resse per più di 2 minuti le candele non gli piacciono, lo so è un caso esasperante perciò devo escogitare qualche modo di approccio magari mettendogli un pò di curiosità di solito lui per sfizio si informa su internet sulle cose nuove, oppure se proprio che è lascio perdere :) bè ti ringrazio per la tua risposta, se riuscirò nel mio intento ti farò sapere ^_^

    RispondiElimina
  8. Anonima fidanzata@ augurissimi spero a presto.

    RispondiElimina
  9. Auguri anche da parte mia!

    è una viaggio dentro di noi e ognuno ha la sua velocità

    ma soprattutto
    è un viaggio affascinante e intenso, se si rispettano i limiti.

    RispondiElimina
  10. ...la muta...@ il viaggio è dentro di noi, se foriamo il carroattrezzi è a parte :D ahahahaahahahaha

    RispondiElimina
  11. un prezzo da pagare da c'è sempre...

    una mia amica si è innamorata del conducente del carroattrezzi poco tempo fa...

    sogni d'oro

    RispondiElimina
  12. La domanda, in questo caso è: perché le donne non contribuiscono in misura maggiore?

    Qui il problema non è Wikipedia o una presunta censura o l'abito di Kate, ma il nostro atteggiamento, per cui non agiamo anche quando, evidentemente, ne abbiamo l'opportunità.

    Esempio: in Italia abbiamo donne ingegneri, architetti, fisiche, biologhe e poi anche esperte di cinema, appassionate di letteratura di fantasy e anche geek e nerd.

    Quindi la palla da lanciare è questa: dove siete? Fatevi sentire!!!

    (io sono esclusa in partenza perché non sono esperta in nulla né tantomeno così appassionata di un argomento da poterne parlare in modo competente).

    RispondiElimina
  13. Sara Zambrin@ ecco questa è una domanda irrisolta, come mai essendoci certe donne poi il loro apporto non è maggiore?

    RispondiElimina
  14. forse perchè alcune madri e prima ancora le loro madri ci hanno insegnato a stare zitte e lavare i panni...
    e forse perchè quelle competenti non hanno il tempo di occuparsene perchè quando tornano a casa dal lavoro devono lavare i panni...

    quando non trovo una voce che mi interessa su wikipedia e continuo le mie ricerche autonomamente mi riprometto sempre di tornare per scriverla io...
    ma poi anch'io vado a lavare i panni...

    alla fine rimangono quasi solo le donne che hanno sia tempo di lavare i panni che di raccontare dei panni di Kate...

    non avremo scampo finchè le donne stesse non si impegneranno a cambiare questa cultura senza trasformarsi in uomini, ma valorizzando e rimarcando le proprie unicità...

    ...per i panni c'è la lavatrice,
    la tecnologia ci viene incontro...

    RispondiElimina

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.