9/20/2012

Quanto importa ai parlamentari della violenza sulle donne

Seduta senato
Se siete convinti del fatto che i partiti politici stiano facendo del proprio meglio dato l’attaccamento allo schieramento neppure fosse una squadra di calcio, se siete tra coloro i quali attraverso internet vanno ancora farneticando insulti conditi da terminologie novecentesche come FASCISTI! COMUNISTI! Fregandosene delle reali e attuali condizioni, se siete tra coloro che dicono che tanto non cambia niente, questa è la dimostrazione che è ora di alzare il culo e scendere in piazza, riempire tutte le strade, i vicoli e le logge, perché mentre si prevedeva la discussione delle mozioni a tutela delle donne contro la violenza il Senato era vuoto.

Record senza precedenti in negativo come non si era mai visto, non solo l’emiciclo era così desolato da sfigurare anche nei periodi più bui della nostra storia repubblicana, ma la seduta è stata sospesa per mancanza dei soggetti preposti a presiedere, nell’ordine:

Il presidente Renato Schifani (occupato a salvare cani di razza Beagle).

Il vicepresidente Domenico Nania (occupato a capire come si prendono i voli per arrivare a Roma dato il ritardo).

La vicepresidente Rosy Mauro (preoccupata delle disavventure di Nania in quanto ad aerei persi sospende la seduta e corre a prendere il trolley).

Questi cialtroni con tutto il rispetto per degli animali in difficoltà, profumatamente pagati, che pretendono di essere considerati cavalli di razza della gestione pubblica che vivono sulle nostre spalle dagli ultimi quattro anni fino al record di Andreotti di 67 anni se ne fottono se c’è qualche proposta a favore dello scoraggiamento sulla violenza verso le donne.

I provvedimenti potevano essere giusti, sbagliati o inapplicabili, non si discute nel merito, devono essere discussi, per rispetto però di chi li paga, per rispetto al tema, sempre attuale ma adesso dato il numero di violenze particolarmente sentito, dovevano esserci.
Parlamento italiano

Fonti: Ansa
nonleggerlo
Radio Radicale (per il video inserito da nonleggerlo su youtube)

12 commenti:

  1. Non cadere nel torpiloquoio commentando ció? Il no comment é scontato ed insipido, un poema pseudo omerico incazzoso pure... Rimane : vado a dormire almeno il sonno sopprimerà ogni ira funesta senza esito sostanzioso ! Good Night Cavaliere ^__^

    RispondiElimina
  2. Io non ho più parole per commentare, solo un profondo dolore.

    RispondiElimina
  3. Anonimo14:37

    Bof.... Non che abbiano in nota.. Tanti altri problemi gravi... Quindi personalmente non mi stupisce.

    RispondiElimina
  4. È una vergogna, qui in Francia ogni tre giorni una donna muore a causa delle violenze subite... per non parlare poi di tutte le altre. non conosco le statistiche in Italia, ma non credo che siano molto differenti.
    Proprio vergognoso...

    RispondiElimina
  5. LadySpagna@ Minerva@ quello che mi sconcerta sono stati i mezzi d'informazione televisivi, come il TG2 ad esempio che ha riportato la notizia ma si è ben guardata dal dire cosa si stava discutendo per ridimensionare la notizia, in pratica per coprire parzialmente lo schifo.

    Anonimo@ Sono completamente in disaccordo, chi sceglie se gli altri problemi gravi devono passare avanti ed una questione come questa passa in cavalleria? Per governare un Paese si devono affrontare più problemi possibile nella maniera migliore, nel minor tempo con un numero di risorse limitato, peccato che in questo caso neppure ci si provi. Questo tipo di commenti adombrano il dubbio che non interessino perché non riguardano personalmente, eppure si saranno avute o si hanno delle donne vicine a cui si augura la maggior protezione possibile...

    Sarò proprio schietto, se non sei una donna, ti auguro di rinascere tale e di trovarti in un vicolo buio con due energumeni pronti alla sevizia, poi vediamo se la scala delle priorità cambia.

    Bof....un cazzo.

    RispondiElimina
  6. Noir Velour@ammazza che numeri inquietanti in Francia.....Grazie della delucidazione, almeno mi sono reso conto che alcuni Paesi sviluppati si trovano "peggio".

    RispondiElimina
  7. Anonimo22:33

    :-) sono una donna guarda un po' sul fatto che non mi interessi la problematica o che non ne possa mai essere stata toccata..... Credo non sia possibile evincerlo dalle mie precedenti quattro parole. Personalmente sarei per l'evirazione siccome non si puo....
    Ad ogni modo il mio bofonchia mento nn era teso a sminuire la serietà dell'argomento era una semplice constatazione del fatto che al governo (italiano... Ma anche in tanti altri) chi sta sulla poltrona è ben poco interessato al resto dell'universo. Non dovrebbe essere così ma questo è quanto. Posso, mi è concesso non stupirmi di ciò o devo per forza fare parte Dell generale stupore?
    Adesso mi iscrivo così non vengo piu etichettata come anonimo visto che di solito mi firmo con nome di battesimo ma nel precedente commento me ne sono dimenticata. Stefania

    RispondiElimina
  8. Micòl22:33

    Che tristezza infinita. E che rabbia, pensare al dolore immenso delle donne abusate che si vedono calpestate nella dignita' e nei diritti. Prima da uomini che uomini non sono, proprio in niente. Poi dai rappresentanti del nostro Stato, che per pigrizia, per noncuranza, per disinteresse, passano sopra una volta ancora ai loro corpi e alle loro anime. Farabutti. Ecco, ora mi vengono in mente le parole illuminate di Martin Luther King ''fate scandalo per ogni ingiustizia''. Perché l'abitudine all'ingiustizia, il lasciar correre, il fregarsene, é ancora una volta violenza.
    Grazie Cavaliere per questo post.
    Esemplare. Quanti uomini potrebbero imparare dalle tue parole l'amore per le donne.

    RispondiElimina
  9. Stefania@ Certo che puoi non stupirti ci mancherebbe, solo che a rileggerti si poteva evincere che si trattasse del solito gretto che se il problema non lo tocca non è importante.
    Possiamo discutere civilmente quanto vuoi ma è un tema che se sottovalutato mi fa largamente girare le palle.
    Non sto dicendo che tu l'abbia fatto, errore di valutazione mio, espongo cosa mi provoca un certo atteggiamento.

    Micòl@ Grazie per le tue belle parole, non credo di essere così speciale ^_^ solo ehe come detto questo argomento lo ritengo importante.

    RispondiElimina
  10. Genocidio nascosto... e la legge italiana( attuale) mal applicata coi suoi ritardi spesso fa cadere in prescrizione questo REATO.La campagna d'informazione poco strutturata e la cultura della vergogna subita che ancora sussiste .... Si fanno leggi per la sicurezza sul lavoro ( e anche lì stendiamo un velo pietoso ...), sulla pedofilia ( orrore puro!) e fatta la legge fatto l'inganno! I criminali efferati hanno diritto ad essere difesi e molto spesso se la cavano con l' infermità mentale ! Chissà perché !!! Cavaliere insabbiare le notizie o rigirarle come frittate in padella è un'arte italiana DOC! Ti abbraccio^__^

    RispondiElimina
  11. LadySpagna@ Aspetta però, il diritto ad essere difesi è connaturato dal principio stesso del processo, se li riteniamo colpevoli a prescindere, oppure non meritevoli di difesa, chi decide che lo sia o meno prima che inizi il processo? In quel caso il processo a che serve?

    Per questo tutti meritano di essere difesi, altrimenti si tira il piazza il presunto colpevole alla folla ed è fatta.

    Diversa la questione se le punizioni o il reintegro nella società nelle leggi siano connaturate al crimine e all'effettiva capacità di recuperare il soggetto, alla sua gravità, o meglio a come gli studiosi e come viene percepito quell'atto prevaricatorio.

    Molto si deve cambiare è questo non è un buon esempio.

    RispondiElimina

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.