11/23/2012

film erotici in convento


Parliamo di un sottogenere di film erotici, detti anche softcore, i convent-movies, Nunsploitation o Tonaca-Movie, il cui scopo principale era quello di mostrare corpi nudi e atti velatamente sessuali ma non pornografici.

Per cui se avete una spiccata sensibilità religiosa non continuate a leggere.

Se pensate di prendere spunto da questi film per performance sessuali ricordate che usano anche effetti speciali, non sono dei manuali per il sesso estremo e che comunque io parlo di essi come espressione culturale e solo in quel senso.

Date le premesse e le finalità la trama risulta quasi inesistente e ripetitiva, le location erano molto misere, si tratta di produzioni a basso costo ambientate in gran parte nei periodi storici di massima espansione dei conventi come il medioevo.

Onnipresente un continuo riferimento alla prigionia, dato che si svolgono in conventi di suore, di clausura e non,collocandoli appieno e non solo per questo nel mondo BDSM.
suora-novizia
Il pretesto per coniugare il sesso e la religione proveniva dalla scelta del periodo storico, molte giovani nel fiore degli anni si trovavano costrette dai genitori per svariati motivi ad essere introdotte alla vita monacale contro la propria volontà e al completo sbocciare del desiderio sessuale, portando a scoperte sessuali e scene velatamente lesbiche a profusione.

Sempre la scelta del periodo da raccontare permise  un più facile inserimento di scene sadomasochistiche ed umiliazione.


Altri temi ricorrenti sono l’inquisizione e la possessione demoniaca, più presente in alcuni film, anche se il canovaccio delle storie presentava spesso la figura del luogo di culto che in realtà è dedicato al demonio, dove sono le badesse frequentemente a costringere le novizie ad una lenta degradazione.


Tra tutto questo piattume però alcuni film sono al di sopra della media per un motivo o per un altro.
I film sono inseriti in un ordine d’importanza e completezza.

The Devils di Ken Russell

Uno dei pochi film con una base storica più solida perché tratto dal libro I diavoli di Loudun, prendendo anche spunto dal lavoro teatrale The Devils di John Whiting che si ispira sempre alla stessa opera letteraria.

Il tema è l’ isteria di massa presso un convento del 17esimo secolo, presentato alla mostra di Venezia venne etichettato di essere una blasfema[e inaccettabile mistificazione, faziosa culturalmente e storicamente; si dice non venne mai presentato integralmente in nessun Paese a causa dei tagli di censura diversificati.
Trailer I Diavoli di Ken Russel

QUI delle scene non incluse del film.

Qui potete scaricarlo in torrent(TnT Village non posso assicurare che ci siano le fonti)

Interno di un convento di Walerian Borowczyk

In un convento situato in Italia nonostante i ripetuti tentativi delle alte sfere ecclesiastiche giovani novizie riescono a far entrare il peccato, liberandosi della tirannia che le opprimeva sessualmente.

Film anticlericale mette in evidenza l’oppressione delle istituzioni contro il desiderio di vivere la sessualità in maniera appagante di cui le giovani sono il vessillo. Nella scena finale del film il portone che si apre miracolosamente rappresenta la via e la libertà della rivoluzione sessuale degli anni 70.

link streaming



Immagini di un convento di Joe D’Amato

Il film è stato liberamente tratto dal romanzo La Religieuse, di Denis Diderot, in Italia uscito con il titolo La Monaca.


Confessioni proibite di una monaca adolescente di Jesus Franco Manera

Questo film è in coda perché è comunque un film di Manera anche se non è granché.

Cineasta spagnolo con all’attivo qualcosa come 200 film, non tutti capolavori, ma resta comunque uno dei registi di riferimento di Orson Wells e Buñuel; rappresenta perfettamente il genere Nunsploitation, con tutte le caratteristiche da me espresse.

Qui  il link.



Questo genere è andato morendo all’avvento dei film pornografici, perdendo la motivazione principale che portava a produrli ci sono state poche produzioni di questo genere superati gli anni 70.

Rappresentano comunque un genere cinematografico di certo non esaltante ma che ha soddisfatto un certo pubblico.

1 commento:

  1. Puoi trovare la programmazione settimanale dei film erotici in tv qui:
    http://tv.zam.it/programmitv_giorno.php?cat=FILM&genere=Erotico

    RispondiElimina

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.