2/03/2015

film erotico con più scene di sesso







Secondo alcune riviste il film 50 sfumature di grigio è il film erotico con più scene di sesso, ovviamente velate dalla necessità di vederlo fruito dal maggior pubblico possibile, non è un porno, però leggendo l' articolo si notano delle incongruenze.





Negli USA è riuscito a evitare il VM-18 anni dalla MPAA e a ottenere il rating R che permetterà la visione del film ai minori di 17 anni solo se accompagnati. La pellicola è  stata valutata diversamente dalla commissione della censura inglese, la British Board of Film Classification (BBFC) che ha vietato il film ai minori di 18 anni con la seguente motivazione:
“Scene di sesso forti e nudità, insieme alla rappresentazione di un gioco di ruolo erotico basato sul dominio, la sottomissione e le pratiche sado-masochiste. Ci sono anche forti riferimenti verbali a tali pratiche e agli strumenti usati”.
In Italia il visto censautoriale non è ancora apposto.
Intanto la pellicola ha ottenuto il titolo di ‘pellicola più osé del decennio‘ dal sito Mr Skin che classifica le pellicole in base alla quantità di scene di sesso presenti. In Cinquanta Sfumature di grigio ci saranno una dozzina di scene di sesso che copriranno oltre venti minuti su 100.

Dipende ovviamente cosa si intende per sesso, se ci fermiamo al ginocchio toccato sotto al tavolo come si vede nei trailer e lei che sobbalza come avesse una graticola al sedere sarei pronto ad aspettarmi di tutto.

Secondo il sito la durata di tutte le scene di sesso dei 100 film più famosi del 2014, con un rating 18 in Inghilterra e R in America, era minore di quella presente in Cinquanta sfumature.

Confrontando invece 50 Sfumature con altri famosi film di genere, la pellicola si piazza al secondo posto dietro a 9 Songs in cui le scene di sesso coprono 41 dei 75 minuti del film, ma è davanti a Ultimo tango a Parigi che ne contiene solo 9 minuti, e a Eyes Wide Shut di Kubrick in cui le scene di sesso ammontano appena a 2 minuti.

Peccato che nella strasposizione del libro doppio sogno a pellicola Kubrik non avesse alcun intento erotico, lo dimostra la brevità delle scene e la loro inconsistenza data dall' impalpabilità delle situazioni e delle scene. Molto di più si troverebbe nei tonaca-movie o nei film su Emanuelle degli anni 70.
Per questo diffido di certe valutazioni data la scelta dei titoli in esame.

L 'incongruenza nasce proprio dalla valutazione che stride con l' affermazione della regista che ha chiarito la fedeltà nella trama  del bestseller di EL James, ma non così esplicito come i fan potrebbero pensare.
“Non volevo che fosse graficamente esplicito e so che questo deluderà alcune persone. La cosa più difficile era come e dove pepare il sesso e non dare la sensazione che fosse qualcosa che sembrasse gratuito. Quindi doveva essere una forte parte della storia, e ho dato una caratterizzazione ad ogni scena di sesso per renderla diversa”.

Ovviamente tale affermazione di quantità di scene osé è speculare ad una mirata azione di marketing smentita dalla stessa regista.

I vari articoli sull' opera nel blog sono i seguenti:

  1.   il libro 50 sfumature di grigio
  2. 50 sfumature di grigio non è bdsm
  3. 50 sfumature di grigio il film
  4. Dornan Jamie offende i sadomasochisti
Notizia offerta da
--------------------------------------------------------------------------------------------
Deadline
Guardian
DHR

12 commenti:

  1. Anonimo17:45

    Anche se fossero veramente 20 minuti di sesso su 100 non mi sembra plausibile classificarlo come il film più osé del decennio, quantomeno come quantità di scene... Ad esempio, vita di Adele, uscito nel 2013, contiene sicuramente più di 20 minuti di sesso; credo che in quel film ci fossero più metri di lingua che di pellicola...

    Norberto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente Norberto le riviste di cinema anglofone sono avvezze a guardarsi l' ombelico, non tengono conto della realtà oltre i loro confini, eccezion fatta per i pochi film che filtrano come ultimo tango.

      Non conosco il film da te citato, sarà interessante guardarlo.

      Elimina
    2. Anonimo18:30

      Ho pensato lo stesso anche io riguardo alla rivista che hai citato.

      Il film "La vita di Adele" é parecchio lungo, credo circa due ore e mezza. Personalmente non mi é piaciuto molto e mi sono anche un po' annoiato; conosco però un bel po' di persone che sono riuscite ad apprezzarlo. Sono abbastanza tranquillo nel consigliarti di abbandonarlo se non ti prende durante la prima ora...

      N.

      Elimina
    3. A puntate allora. L' unico film visto di un fiato con più di due ore di visione è la biografia di Chaplin.

      Elimina
    4. Anonimo15:25

      Penso di non aver mai visto nessun film a puntate. Comunque credo che La vita di Adele sia già diviso in due capitoli, quindi...

      Elimina
    5. Anonimo15:29

      Se hai voglia fammi sapere se ti é piaciuto. Sarei curioso di sapere l'opinione di qualcuno che non ha una vita sessuale diciamo "standard"... norberto.valle@hotmail.com

      Elimina
    6. Sicuramente lo farò, ma non a breve, verrà prima la recensione al film.

      Elimina
  2. Quindi non è un porno, non è erotico, non è commedia, non è thriller, non è fantasy (purtroppo) quindi che caspita è? Marketing direbbe un amico mio. Ma io sono troppo curiosa di vedere il parterre di pubblico e quindi lo andrò a vedere, anche se il libro non mi è piaciuto, l'attore non è carino, l'attrice non pare ne carne ne pesce...... Ma sapete che gran divertimento essere in sala!!

    RispondiElimina
  3. @Stefania Gabrielli: io ho la scusa del blog...Io devo! Quello che è lo capiremo solo vedendo

    RispondiElimina
  4. Io utilizzerò la scusa: accompagnare le amiche!

    RispondiElimina
  5. Anonimo23:19

    Io l'ho visto ma fa cagare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho trovato i due attori espressivamente piatti, la trama è molto lineare, però ci sono spunti di riflessione se visto con l' occhio di un Master (o di una Mistress)

      Elimina

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.