3/03/2015

fin qui tutto bene





Questa è la storia dell' amicizia tra me e Dolce Afrodite e di quanto sia difficile restare cavalieri.





Immaginate una giovane donna, castano chiara, con due gambe come uno stambecco, che si prende cura della sua famiglia e la saggezza di una donna vissuta, ma vissuta veramente, non per il numero di lenzuola spiegazzate ma per gli ostacoli superati.

Questa centometrista ad ostacoli con gli occhi di un cerbiatto e la lingua tagliente come un paio di forbici mi contatta, parliamo, iniziamo a conoscerci, mi chiede una mano per  risolvere una situazione di empasse.

Il desiderio monta, mi sentivo come il Napoli quando ha vinto lo scudetto, un tripudio irrefrenabile, un  casino indescrivibile, pronto a scrivere sui muri dei cimiteri: "che vi siete persi".

Però c'é un però, lei mi dice che se fa certe cose, se si sottomette, non è un incontro e via, o una serie di sessioni, lei mette in gioco tutto, è una relazione.

Lì mi freno, il passato rapporto con la mia slave era aperto, ma non così omnicomprensivo da ammettere i sentimenti con altre persone.

Avrei potuto mentire, incontrarla e...Tanto chi lo avrebbe saputo?

Però non me la sono sentita di deluderla o prenderla per i fondelli, vederla, soddisfarmi e poi buttarla come l'incarto di una caramella:" Mi dispiace sono impegnato", era una questione di correttezza, di rispetto verso me stesso, Stregatta a cui in qualche modo profondo sono ancora legato, gli voglio bene, e Dolce Afrodite che mi ha colpito da subito.

Ho preferito la sincerità, sono stato leale, ed ho perso una buona occasione, una di quelle che difficilmente si ripetono, tenere la schiena dritta ha un peso, un carico suppletivo.

Non sono perfetto, non sono un eroe, mi sono preso volentieri a schiaffi di fronte allo specchio ad intervalli regolari per una di quelle cose che non racconti neppure al miglior amico perché ti tartassa di battute. Una parte di me si è data del coglione per lungo tempo.

Siamo rimasti in contatto, più lei con me in effetti, io avevo tirato i remi in barca.

Ho avuto modo di apprezzarla e conoscerla meglio, con il tempo ho consolidato la mia prima impressione, è una ragazza veramente unica, di quelle che comunque, qualsiasi posizione occupino nella tua vita ti sanno dare qualcosa.

Ad Ottobre ci incontreremo, potrebbe succedere di tutto, come niente, però sono comunque emozionato sin da ora, perché è una bella persona, mi ha aiutato durante il mio travagliato rapporto. Alla fine la morale della storia è...Quanto è difficile essere

Cavalier... Amaranto o meno.


8 commenti:

  1. Anonimo14:12

    Che bello leggere queste cose. Questa è la vita cavalier Amaranto.
    Un giorno riuscirà ad andare avanti perché lei è ancora fermo "all'ostacolo" Stregatta. Comunque rimane il fatto che non ha preso in giro la dolce e tenace Afrodite. Per questo penso che sia rimasta ancora in contatto con lei.

    RispondiElimina
  2. Penso di sì, credo che questo abbia contribuito a mantenere un certo rapporto, ho altri difetti ma non ho voluto essere disonesto.

    Grazie del commento.

    RispondiElimina
  3. É buffo ma leggendo ho provato una piccola fitta di gelosia.. Eheh sono strana io. Però sono contenta per te Cavaliere,sempre e comunque.

    RispondiElimina
  4. Bianca restiamo sempre amici no? ^_^ Son quasi tre anni che ci sentiamo con Dolce Afrodite, come detto è tanto che ci giriamo attorno, ci vediamo soltanto, poi quel che sarà sarà, ne sono comunque felice.

    RispondiElimina
  5. Ma certo Cavaliere, di me non ti liberi :) e comunque vada é una cosa bella. In bocca al lupo 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo che il lupo usi il filo interdentale.....

      Elimina
  6. Anonimo09:38

    Che meraviglia trovare delle righe dedicate a me! Ma io non merito tutti questi elogi,ma comunque ne sono lusingata :).
    Diceva bene mia madre "il bene che fai torna indietro",questo ne è la dimostrazione. Sei una persona splendida , ricordati che per qualsiasi cosa sai dove trovarmi.
    P.S. Non approfittartene troppo però :P
    Tua Dolce Afrodite

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un prestito di 1.000 euro? ^_^ Hahahahaahahahaahahah approfitto?

      Elimina

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.