7/02/2016

il mondo dei fiori e dei salici



Continua la carrellata di libri che in qualche modo toccano le tematiche del blog che ci accompagnerà sino a Settembre. L' estate è un bellissimo periodo per dedicarsi alla lettura. 

--------------------------------------------------------------------------------------------

La vita di Masuda Sayo non è stata semplice, sin dalla nascita. 
Bambina essa stessa portata dallo zio a casa di proprietari terrieri perché si prendesse cura dei nipoti degli stessi, subendo terribili vessazioni, ove la sensazione predominante di quel periodo era la paura verso le persone. Costretta a mangiare le zucche che andavano marcendo in un campo, viene praticamente trattata con meno amore e rispetto di una bestia da soma. 
Viene poi letteralmente venduta ad una casa di geishe situata nel "quartiere dei fiori e dei salici", dove la sua vita piano piano subisce dei significativi cambiamenti, comunque lontana dalla vita patinata è piena di opportunità di una donna che viene educata a dar piacere agli uomini nelle grandi città, vive in una terra di mezzo in uno status di sottomissione attraverso vari soggetti mentre lei cerca costantemente uno spazio di felicità. 

Nella mente dell' autrice questo libro è un monito a non abbandonare al proprio destino figli illegittimi, ma diviene molto di più, è uno spaccato reale di un mondo che andava scomparendo, con tutte le sue contraddizioni e regole, unico ed irripetibile.    

L' etichetta " Oriente " prende in esame libri, film e cartoni animati appunto dei suddetti Paesi. 

3 commenti:

  1. l'argomento che il libro tratta è importante quasi una morale sulla vita stessa e sul rispetto degli esseri umani in tutte le latitudini...grazie del prezioso consiglio e sempre tanti baci baci baci...è vero d'estate in genere si legge di più...!!

    RispondiElimina
  2. Come avrai capito Trav,
    nei fine settimana non rispondo ai commenti, ti ringrazio dei complimenti e dell' attenzione continua.

    RispondiElimina
  3. Alle eventuali mail dei lettori e lettrici sì, non vengo sul blog.

    RispondiElimina

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.