12/04/2010

Vangelo del Giorno


Il papa Benedetto XVI con un colpo solo dimostra il suo odio verso gli omosessuali e il suo menefreghismo verso la sorte dei bambini abusati da appartenenti alla Chiesa.
nella Chiesa le molestie a sfondo sessuale non si possono più smentire, meglio dare tutta la colpa all’omossessualità dei molestatori.
Nel suo nuovo libro “Luce del mondo” Benedetto XVI afferma chiaramente che l’omosessualità latente di alcuni sacerdoti è la base corruttiva che ha portato alle violenze sui bambini.
Inoculando nell’opinione pubblica che l’omosessualità è una devianza che corrompe, che porta a far del male ai minori, vecchia idea di due secoli fa quando la si considerava una malattia, provenendo poi da tale figura carismatica alcuni si sentono sicuramente giustificati se si dovesse ghettizzare l’omosessualità.
Dimenticando che ci sono centinaia di migliaia di bambine adolescenti o preadolescenti  che hanno subito violenze e sono state segnate a vita dal comportamento bestiale di prelati nel corso della storia, che continua ancora oggi.
Uno dei pochi a sollevare la questione è Andrew Brown, scrittore e giornalista del Guardian, sull’onda di una ricerca del John Jay College secondo la quale la grande maggioranza dei casi di “abuso” negli Stati Uniti è stata rivolta  contro ragazzi adolescenti o quelli appena preadolescenti; mentre le ragazze sono un quinto del totale; approfondendo il tema se l’abuso ad un maschio significhi NECESSARIAMENTE che il molestatore abbia  tendenze omosessuali.
Scrive il giornalista - situazioni ben note quali nelle carceri e nelle scuole pubbliche che dimostrano l’esatto opposto. Ossia, gli abusi sono perpetrati da persone abitualmente eterosessuali.
Che smentisce questo presunto ossimoro, infastidisci o violenti un BAMBINO sei gay.
Ricordiamo che essendo l’omosessualità un orientamento sessuale è qualcosa con cui si è nati. Una componente di una personalità, non il risultato, ci sono gay sani e gay deviati, come etero sani ed etero malati, non per questo bisogna colpire indiscriminatamente.
Ricordiamo che ogni bambino, nessuno escluso, che subisce violenza non sarà mai risarcito, di qualsiasi sesso sia.
Penso tutto il male possibile di Benedetto XVI dopo questa rivelazione, non posso dirlo con le parole che vorrei usare, questo sì che è un peccato.

2 commenti:

  1. Anonimo09:33

    ah ah ah mi ha fatto ridere il suo articolo. Ancora uno che se ne frega delle statistiche e che preferisce le chiachere. - Una mente SM o schiavizata dalla propaganda ? Grazie per averci fatto ridere. un Gay non BDSM che non predica perla sua parrocchia

    RispondiElimina
  2. Sinceramente...Che cazzo hai detto?

    Non si capisce molto, quando si tratta di violenza me ne frego delle statistiche, per indole e appartenenza, del mondo Bdsm a cui appartengo, famoso per la tolleranza e capacità di accettare diversità sessuali.

    Indicare come colpevole di violenza esclusiva un certo tipo di sessualità è sbagliato, perché bisogna tenere conto che spesso i maltrattatori di minorenni, preti, maschi, hanno più possibilità di venire a contatto con bambini più che bambine e schifosamente se ne approfittano, senza essere necessariamente omosessuali.

    Leggi bene il post.

    Differentemente dall'Anonimo non sbandiero di essere etero, sono orgoglioso di essere Master, scrivendo qui serve anche per far comprendere la normalità di essere Dominante.

    RispondiElimina

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.