8/28/2013

Dark room




“...no, aspetta...dove vorresti andare tu?”





 Siamo in macchina, tu rallenti di colpo mentre, sorpreso, contrai le sopracciglia e con voce allarmata ripeti:

“...insomma...tu vorresti entrare in una dark room?”

“Che c’è di male?” rispondo serafica e stupita del suo stupore...“sono curiosa...solo una sbirciatina... e poi perchè ti sorprendi? manco non mi conoscessi...voglio solo vedere com'è””

“ma se è tutto BUIO??????...ma lo sai cosa succede dentro?...”

Lo guardo sempre più basita, mentre lui inizia a sudare e  rispondo “mah...che vuoi che succeda? Ti arriveranno mille mani addosso...”

Lo so eccome cosa succede dentro una dark room, sesso al buio...è proprio questo ad eccitarmi, mille mani sconosciute che mi prendono, mi assaggiano, mi vogliono. Odori eccitati sparsi nell’aria, gemiti e ansimi senza volto. Una fantasia certo, solo una fantasia...

Il tono della sua voce adesso è sarcastico “No bella, tu non hai capito proprio...lì dentro tu ti faresti scopare da persone che nemmeno vedi, che non sai chi sono, magari sono dei vecchi o i peggiori viscidi della terra”

Io non batto ciglio “ma io non vado a farmi scopare, io voglio solo sentire, annusare,  non mi faccio mica scopare se non voglio, al massimo mi faccio solo palpare un pò...”

E lui “ ma non sai chi sono!!! Non puoi vederli!!!”

Sorrido dispettosa “è proprio questo il bello!”
Ma non lo convinco...anzi si sta quasi arrabbiando, quasi...

Infine sentenzia: ”non se ne parla proprio. Se sei con me non ci entri...e poi scusa che ci sta a fare una schiava in una dark room? Io come faccio a controllare quello che succede dentro?....non ha senso!”

Io continuo a provocare, mi fa morire vederlo così allibito...

”E se mi metto la cintura di castità mi ci fai entrare?...”

Silenzio di riflessione

“...oddio...magari con una cintura di castità forse si, forse ti farei togliere la curiosità”

Adesso quella allibita sono io “E tu spenderesti 150 euro per comprare una cintura di castità che verrebbe usata solo una volta per entrare 5 minuti in una dark room????”

Risposta secca e immediata “ beh, cara...con tutto quello che spendo per i nostri giochini”

Pausa

Poi riprendi “anzi guarda, facciamo così: io ti ammanetto a me e ci entriamo insieme”

Per me si potrebbe anche fare J .

Quanto mi diverto a provocarlo...

arriviamo a casa e il discorso muore lì, ma si sa che la notte porta consiglio o favorisce il rimuginare, infatti la mattina dopo...


“figurati se questa troietta non voleva entrare in un posto dove farsi scopare da tutti”...

Ho ancora gli occhi stropicciati dal sonno mentre mi scaraventa fuori dal letto tirandomi per i capelli.

“adesso ti punisco, puttana”

Mi butta violentemente pancia sotto sul tavolo, tenendomi la testa schiacciata.

Non mi lascia un attimo, è tutto a portata di mano, aveva già preparato quello che gli serviva prima di svegliarmi.

Il tavolo è freddo, sento la guancia e lo zigomo che premono sul legno, mi tiene ben ferma.

Mi allarga le gambe.

“lo so che sei secca puttana, ma non me ne frega un cazzo, sei solo una troia”

Sento la punta del vibratore davanti alla fica...arida come marte...con un colpo secco me lo infila dentro per metà.

È un vibratore un pò grosso e una delle grandi labbra è rimasta incastrata all’interno...fa un pò male.

“e tu vorresti entrare in una dark room, eh? Troia ??”

Comincia a muovere velocemente il vibratore e anche se fa male io comincio a bagnarmi. Scopata con un fallo di gomma pancia sotto sul tavolo...lo sa che mi piace, lo sa bene.

Mi sbatte con quel cazzo finto continuando a darmi della troia schifosa. Ma appena inizio a gemere lui smette di colpo.

"adesso basta, troia"

Toglie il vibratore sempre tenendomi ferma. Ma si distrae un attimo e io ne approfitto.

Mi alzo e sono dritta di fronte a lui con il mio sguardo insolente fisso sui suoi occhi.

“come cazzo osi guardare il tuo Padrone?”

Mi tira i capelli e mi ributta sul tavolo.

La prima sculacciata è così forte che le mie anche sbattono sul bordo del tavolo. Non so se fa più male la compressione delle ossa sul legno duro o la sua mano piena e furiosa sulle mie natiche. Cerco di spostarmi un poco indietro, ma la seconda sculacciata mi rimette come prima.

Mi arrendo e inizio a contare. Anche lui conta: 

“PU” primo colpo, pausa, “TA” secondo colpo, pausa, “NA” terzo colpo.

E ancora “put---ta---na”,

put---ta---na”,

put---ta---na”,

e poi più veloci “put--ta--na”, “put--ta--na”,

e infine “put-ta-na”, “put-ta-na”, “put-ta-na”...

Sono così forti che si starà spaccando le mani...

Eppure non fa una piega e continua a cadenza puntuale, mi insulta, mi umilia, perchè sono troia, perchè sono provocatrice, perchè sono disobbediente.

E io non posso fare a meno di adorarlo.

Più si arrabbia, più mi pretende, più mi prende....più sono pazza di lui.

_______________________________________________________________________________




11 commenti:

  1. Io volevo contribuire mettendoci la mia parte, ma porca paletta...Neppure il tempo di scriverla, va bene non ti avevo avvisata ma tu hai il vizio di andare troppo di fretta.

    Come sei disubbidiente. Come sarai punibile.

    RispondiElimina
  2. Caro Cavalier Amaranto
    io non ho omesso niente, quella parte sarà espressa in un altro post insieme a tanto altro...non c'entrava nulla con il contesto di quella sera...
    questa volta sei andato troppo in fretta tu :-)

    per punizione ti farò un sacco di dispetti
    Tanto lo sai che non vedo l'ora di essere punita

    StRegaTta nElLa dArK rOom cHe scOtTA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammetto di essere andato troppo in fretta, un piccolo errore.

      Possiamo anche saltare i dispetti...


      Voglio dare un' altra chiave di lettura della cosa, almeno dal mio punto di vista.

      Quello che mi preoccupava della Dark Room è non avere il controllo, non avere il ruolo che a volte investe il nostro rapporto, che poi si facesse toccare o provasse altre esperienze lei lo sa non sono un problema.

      Mi ha colpito anche lo sguardo e il contesto, la prima volta che vieni con me in pubblico come slave, che ti rimane certamente impresso, un'esperienza unica e non riuscire a dedicarmela in esclusiva mi è sembrata una mancanza di considerazione nei miei confronti, devo poi ammettere che l'idea dell'ammucchiata al buio non mi piace.

      Non tutto è andato come programmato, avrei dovuto stare attento ad alcuni particolari ma non sono perfetto.


      Cara Stregatta ti Amo a dispetto di tutto e di tutti, non riesco a stare senza di te e lo so che la cosa è reciproca.

      Elimina
    2. Amore mio

      quanto ti adoro

      Tua Brujita

      Elimina
  3. Anonimo14:29

    Dal canto mio posso dire che adoro la dark room. La sensazione di completa separazione fra il piacere che provo e colui, o colei, che me lo fa provare mi rende completamente consapevole del MIO SENTIRE a prescindere da tutto. Un godimento di tipo totalmente personale e egoistico fino in fondo, che solo una situazione dove l '"altro" non esiste può rendere possibile (per me). E poi sono effettivamente una vera fan dell' Orgia. :) Comunque, tornando a voi, potrebbe essere un' esperienza da vivere come coppia, e non come master e slave, un nuovo modo di fare sesso insieme...una specie di nuova...frontiera? Ily

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Illy, forse prima dovremmo stabilizzarci come coppia e poi... :-) comunque quello che mi rende così bravo come Master( sì lo so mi sto lodando da solo) è il fatto di piacere nel controllo, nella D.R. per me sarebbe...Difficile da accettare, non che non possano esserci terze persone, che la nostra sessualità non si possa allargare consapevolmente, però dovrei essere cosciente di esserci ed essere determinante, in certi contesti mancherebbe.

      Non dico di no a priori ma per adesso la vedo difficile, poi magari mi ci trovo e mi piace.

      Elimina
  4. Anonimo08:52

    chissà...chissà...Cavaliere...forse un' improvvisa, totale, travolgente perdita di controllo potrebbe esserti catarticamente utile? :D Ily

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D pure un energumeno che si chiama Banana Tunder quando lavora sui set a luci rosse incontrato in privato e senza abiti è catartico, peccato non incontri i miei gusti. :D Quelli degli altri poi non si discutono.

      Elimina
  5. Anonimo10:27

    Banana Tunder??????????? O.o :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo scelto come nome tipico di attore porno Banana Joe, come sul film di Gerry Calà vado a vivere da solo(o altro film non ricordo bene) però è anche un film con il mitico Carlo Pedersoli, per cui ho optato per Banana Tunder. ^_^ 'na cazzata lo so.

      Elimina
  6. Anonimo16:58

    siamo tutti quanti cresciuti a pane e suoi film...e tutt'ora rimangono piacevolissimi :)

    RispondiElimina

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.