1/02/2011

Anno Nuovo per fortuna ancora in tempo per i nuovi propositi

 
gatto-cane-coccole
godo molto di più nell' ubriacarmi oppure a masturbarmi o, al limite, a scopare...
se son d' umore nero allora scrivo frugando dentro alle nostre miserie:
di solito ho da far cose più serie, costruire su macerie o mantenermi vivo...



Con questo spirito da L’avvelenata di Guccini voglio aprire questo post, perché  si soppesa l’ anno passato quando il vecchio è sicuramente trascorso, quando abbiamo deciso arbitrariamente di chiudere una pagina e aprirne una nuova.

Fortunatamente ho deciso come ogni anno di fare propositi di cambiamento che mi guarderò bene dal mantenere, molti lo vedono come esercizio inutile, convinti che il fine ultimo sia mantenerli.
Errore, fino a quando avremo qualcosa da modificare nella nostra vita per quanto possiamo credere che stiamo vivendo un momento difficile o bello abbiamo ancora lo spazio per modificarci, stretti alle corde ma con la possibilità di svicolare.

Quando non avremo davvero nessuna ragione per pensare di poter migliorare allora sì che ci mancheranno pochi anni di vita, se volete morire in anticipo non mi ci contate.

Fumerò sigari toscani fino a giocarmi la mia bella voce, berrò finché vorrò, mi accoppierò con donne perverse che amano farsi trattare come oggetti.

Andrò a lavorare felice di farlo, perché mi piace quello che faccio, lavorerò al meglio, avrò una parola galante per le signore in età, l’abbraccio ad un amico.

Se la mia vecchia macchina mi lascerà per strada avrò tutto il tempo per maledirmi per non aver rinnovato la tessera A.C.I. sarò inopportuno e sarcastico, crapulone  negli affetti ma permaloso.

Alle donne del 2010 una dedica speciale:

Camilla: Mi spiace solamente non aver capito di essere una fugace scopata, a Febbraio saranno passati dodici mesi che mi sono reso conto che a forza di scopare sono scivolato nel romanticismo, in tempo in tempo per scoprire che parlavi male di me ad altre persone.

Katia: Tesoro mio, eri amica, amore, schiava. La dimostrazione che l’età anagrafica a volte non conta, diversi anni di differenza eppure mi hai insegnato così tanto. Poi hanno scoperto la natura del nostro amore e sono diventato il mostro…Secondo gli altri. Per questo è finita, ma non mi pento di un solo secondo passato con te, sono felice di averti incontrata.

Maria Letizia: Il tempo è trascorso da quando ci siamo lasciati, eppure ancora oggi sono costretto ad ammettere che per me tu sei stata il mio anno Zero, c’era la mia vita prima di te, poi il resto che non è stato più lo stesso. Ti odio con tutto me stesso, avrei preferito che mi avessi tradito invece di soffocarmi con il tuo amore così oppressivo, non ho retto e me ne sono andato, ti ho lasciata. Mi ricattavi persino con il suicidio. Mi volevi così tanto che ci hai anche provato. Ho fatto del mio meglio, non è bastato. Sei poi tornata per ferirmi, per farmela pagare, non avevi capito che ti ho lasciata non perché non ti amassi, ma perché volevi escludermi dal mondo con il tuo controllo. Ci sei riuscita, così ho capito che ho fatto bene a sparire dalla tua vita, auguri per quelli che sono venuti dopo di me. Mi auguro che tu possa soffrire le pene dell’inferno.

Mia sorella: Quando avevo sette anni ero emozionatissimo all’idea di avere una sorellina e di essere diventato un fratello maggiore, mi sentivo pieno di responsabilità, mi faceva sentire adulto. Poi ti ho vista, eri così piccola è fragile, tutta rosa con quelli occhioni azzurri e grandi, uno dei giorni più belli della mia vita. Siamo cresciuti assieme, abbiamo condiviso così tanto che ogni tanto pensiamo le stesse cose senza volerlo. Abitiamo assieme eppure non siamo riusciti a vederci per una settimana se calcoliamo anche questa domenica, orari diversi e periodo lavorativo stressante per te. Mi hai chiamato per augurarmi buon anno e prendere l’impegno che dedichiamo  una serata a film e schifezze.

Per il resto…Andatevi a vedere i post precedenti, pigri, sennò che li ho scritti a fare, ma un saluto anche a te non manca sicuramente, anche se avrò modo di fartelo sapere di persona quanto ti ringrazio.
Abbraccio speciale a tutti coloro che mi hanno letto, che hanno lasciato un commento, che visito per i blog, saltuariamente o meno, grazie per avermi dato ascolto.

P.S. Mi hanno appena telefonato, mi stanno preparando una bella festa di compleanno, ringrazio anche gli amici, mancherò di una donna al fianco ma non di affetti, proprio come il micetto sopra.

2 commenti:

  1. è perché bisogna mantenerli i buoni propositi? è più interessante infrangerli o modificarli. Che noia rimanere rigidamente legati a degli schemi fissi.:)

    p.s. buon compleanno

    RispondiElimina
  2. Grazie del buon compleanno, condivido, perché bisogna mantenerli?

    Molto meglio modificarli o non tenerne conto.

    RispondiElimina

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.