1/08/2016

cerco slave ... ostinatamente


L' avventura con la giovane veneziana è finita, speravo si potesse comunque instaurare un cordiale rapporto di amicizia ma così non è stato.
Credo abbia influito la tardiva considerazione di essere fidanzata oltre al fatto di avermi detto: "Mi sto innamorando di te", seguito immediatamente da "mi sono pentita di avertelo detto" nell' arco praticamente dello stesso messaggio.

Non ho mai imputato all' età i comportamenti atti ad allontanare l' altro, quelli sono presi consciamente e a venti anni sai benissimo cosa stai facendo e con chi.


Diciamo subito che la ragazza non era molto attratta dal mio ruolo di Master ma quanto da quello di "Daddy", escludendo del tutto la parte dominante. Forse lo scoprirà con altri, forse no, buona fortuna.

La prima volta che sono rimasto perplesso è stato quando le ho chiesto di scrivere un post sul nostro primo incontro, pensavo fosse bello farmi leggere le sue impressioni, condividerle, invece ha declinato.
Il problema in fondo non era altro che la sua pigrizia, da essa stessa ammessa, che le faceva mancare la spinta esplorativa, il guardare oltre l'orizzonte, scoprire e saggiare i propri confini.
Per cui questo è un consiglio che elargirò ad ogni donna che vorrà contattarmi, se non avete uno spirito intraprendente e curioso, se volete muovervi nel vostro orticello, desistete, non fa per voi.

Per il resto, spero di incontrare qualcuno presto, ho voglia di ricominciare, di cercare una nuova slave.

Ho girato ormai tutta Italia, sono un Master a domicilio, sono come la pizza.
A presto, baci e schiocchi di frusta.

6 commenti:

  1. Non conosco l'età della ragazza ma da quell'atteggiamento ci sono passata anche io, in passato. Pentendomene poi.

    RispondiElimina
  2. Ciao Brina,
    avere un passato serve per migliorare il futuro, se lo si vuole. Non sono in grado di dire se ella se ne pentira', mi ha chiesto di non contattarla piu'. I suoi anni sono 20. Ciao.



    Ciao.

    RispondiElimina
  3. Anonimo16:30

    Eri solo un'avventura da provare. Troppo grande per lei o forse non gli piacevi abbastanza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul non piacergli abbastanza lo escludo categoricamente, non incontri tre volte una persona, dicendo e facendo determinate cose, alcune delle quali descritte nel nostro primo incontro.
      Troppo grande? E' questo quello che cercava. Non ho certo detto io quelle parole e non le ho chieste, poteva provare una maniera elegante per lasciar perdere.

      Elimina
  4. Anonimo22:10

    Io invece vorrei sperimentare cosa significa essere una slave

    RispondiElimina
  5. Bisogna essere in sintonia, non è facile ma neppure impossibile.
    Un pizzico di fortuna non guasta mai.

    RispondiElimina

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.