1/11/2011

educazione sessuale



Il Papa contro l'educazione sessuale








Benedetto XVI davanti al corpo diplomatico vaticano: l'educazione sessuale e civile a scuola «riflettono un'antropologia contraria alla fede».

Peccato che le malattie sessualmente trasmissibili non hanno uno spiccato senso religioso, se andassero a messa gli si potrebbe chiedere di colpire esclusivamente gli atei.
vignetta-papa2

6 commenti:

  1. I milioni di morti di aids e le baby mamme di 13 e 14 anni e i "padri" di 16 sono una conquista della civiltà, in questo terzo millennio, evidentemente. Possibile che non ci si mai uno che in diretta mondovisione si alzi in piedi e gli dica di smettere di dire stronzate del genere e di parlare di cose che non dovrebbe conoscere?
    E' che un* pensa sempre di aver capito male, guarda i tiggì, legge i giornali e fra se e sé dice che no, non puo' essere possibile che il papa abbia fatto una dichiarazione del genere. E invece come sempre accade la realtà supera la fantasia.

    Un* s'immagina che i problemi che la chiesa deve affrontare siano altri, ingenuamente pensa che prima di tutto si debba occupare delle anime di chi crede, ha fede, nonostante tutto, e invece no, continua ad occuparsi dei corpi anche di chi non crede, se l'interesse dei papi e della chiesa per tutto quel che riguarda il corpo umano dalla vita in giù fosse direttamente proporzionato a quel che avviene anche dalla bocca allo stomaco probabilmente nessuno morirebbe piu' di fame.

    RispondiElimina
  2. Profilo_di_Donna@ Mi sono voluto prendere il mio tempo per risponderti, condivido pienamente quanto dici, l'unica motivaazione che riesco a darmi è che se è vero che la conoscenza è la base del potere, l'ignoranza altrui è il mantenimento della stessa.

    Nel corso dei secoli alcune religioni hanno posto codici di comportamento sessuale onde poter meglio controllare la popolazione, la spinta ricreativa è una delle necessità imprescindibili degli esseri viventi, regolamentare quella significa direzionare la parte animale di cui nessuno può fare a meno.

    Che la società si sia evoluta tanto da creare una propria morale sessuale inficia il potere della Chiesa, che certo non vede di buon occhio certe libertà.

    Credo che la mia analisi sia esatta.

    Grazie del tuo intervento.

    RispondiElimina
  3. scriverò un commento impopolare :-D

    il Papa fa il suo "mestiere"! possiamo discutere se i principi della religione cattolica ci stanno bene, se sono attuali o anacronistici, ma quanto egli afferma non sono che concetti da sempre rafforzati.
    il problema sono i cattolici, mica lui :-)
    io sono atea quindi per me il sesso non ha solo fini riproduttivi, non è sempre e necessariamente legato all'amore o ad un rapporto stabile e definitivo, etc, etc... ma se non lo fossi? se frequentassi e praticassi la religione cattolica? che voglio? dichiararmi tale, ricevere perdono, comunione, conforto e fare comunque quel che pare e piace a me? insomma, non credi che stiamo spostando il problema? a me quello che afferma il Papà non da alcun fastidio perchè non lo ritengo la mia guida, se me lo desse significherebbe che ne terrei conto e che non mi piace che mi guidi là dove io non voglio andare. resta che lui ha ragione - nella sua ottica - ed io sarei un'opportunista.
    questo per quanto riguarda le sue affermazioni, per il resto convengo con voi e col discorso sopra riguardo ad un auspicabile e seria educazione sessuale.

    il tizio di cui sono l'amante da mesi va a messa ogni domenica, dice che gli fa bene, lo fa sentire in pace... ghghghgh... che ne direbbe Benedetto XVI? e soprattutto, chi è in torto di affermazioni e comportamenti? :-D

    RispondiElimina
  4. Shadow@ Però c'è un però, gioco di parole orribili, se le affermazioni del pontefice restassero in ambito puramente personale, concordo con te, quello che dice il papa non infastidisce, saranno questioni dei credenti, il problema è che tale autorità nel nostro Paese ha anche un peso politico.
    Se continuano con affermazioni del genere in Italia non si arriverà mai ad una seria educazione sessuale, questo a discapito sempre dei giovanissimi.

    :-P fortunato il tuo amante che gli basta così poco per lavarsi la coscenza ahahaahaahaahh

    RispondiElimina
  5. inutile che ce la raccontiamo: la dottrina è politica e non solo la nostra mi pare.
    anzi, personalmente e forse sbagliando, credo proprio che per questa ragione (per contrasto al resto) il Papa abbia adottato questa rigidità.
    e quando mai l'Italia sarà laica davvero? abbiamo millenni di storia, cultura ed ignoranza alle spalle...

    RispondiElimina
  6. e quando mai l'Italia sarà laica davvero? abbiamo millenni di storia, cultura ed ignoranza alle spalle...

    Condivido e il problema resta.

    RispondiElimina

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.