8/24/2015

vita e miracoli di Tieta d'Agreste




Ultimo post "estivo" riguardante recensioni di libri per poi riprendere il normale corso del blog.

Jorge Amado è uno dei miei autori preferiti. Grande tessitore di trame e creatore di personaggi, pittoreschi, caratteristici e profondamente umani, grande amante del femminile. Spesso nei suoi romanzi le donne vengono viste attraverso le lenti di uomini materiali e poco attenti alla loro natura , che di contro cercano il riscatto con ogni mezzo possibile, sia fisico che morale.

Tieta, diminutivo di Antonieta, allontanata dal padre perché si dimostra interessata ai desideri maschili, passa  da pastorella a vagabonda, fino a donna importante che manda i soldi a casa, per dimostrare di essere una buona figlia e perché no, far rodere il fegato al genitore orgoglioso.

Si favoleggia sulla sua condizione di donna di città, fino a che invece del solito obolo non la si vede scendere dall' autobus, tornando al vecchio paesello scatenando i desideri e le aspirazioni di ricchezza di paesani e famigliari ingordi.





Tieta è diventata una donna che si è saputa riscattare, riesce a mutare il luogo di nascita, anche a discapito di Ascanio, segretario comunale che tenta d'impiantare una fabbrica inquinante nei pressi della bellissima spiaggia, mentre viene osannata come una santa, lei che è in realtà una tenutaria di un bordello che si finge sposata ad un uomo importante.

La storia della santa puttana è costellata di discorsi che l'autore fa direttamente con il lettore per spiegare la natura degli abitanti e dei luoghi, dove si contrappone l' idea dell' arricchimento generale alla salubrità dei luoghi, incrociandosi con amori impossibili e passioni contorte, come quella per il giovane nipote, desideroso di trovare la sua strada.

Sono molte le trasposizioni teatrali e i film tratti dai libri di Amado, il libro sui "milagros" di Tieta è stato riportato su pellicola il 1996 con il titolo Tieta do Brasil (cliccando troverete lo streaming) la cui interprete è la bellissima Sonia Braga.



Nessun commento:

Posta un commento

Siete pregati di non scadere mai nel turpiloquio, andare contro le leggi vigenti in Italia e usare questa mail per eventuali contatti: silvestrogatto@live.com

Nella versione WEB sono presenti altre possibilità di contattarmi.
Ricordate che state sempre parlando con esseri umani, anche se dietro la tastiera.